News

Vaccino Covid, ok a terza dose dopo 5 mesi: la circolare del Ministero

terza dose vaccino
Una nuova circolare pubblicata dal Ministero della Salute modifica i tempi da rispettare prima di ricevere la terza dose di vaccino anti-Covid: ecco cosa è previsto, nel dettaglio.

Il Ministero della Salute aggiorna, attraverso una circolare resa pubblica nelle scorse ore, le indicazioni temporali legate alla somministrazione del vaccino. Secondo quanto stabilito, la terza dose del vaccino anti-Covid potrà essere somministrata a partire da 5 mesi di distanza dalla seconda (o dalla monodose Johnson&Johnson).

Il provvedimento sarà in vigore da domani, mercoledì 24 novembre.

L’intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose ‘booster’ (di richiamo) con vaccino a m-RNA – si legge – , alle categorie per cui è già raccomandata (inclusi tutti i soggetti vaccinati con unica dose di vaccino Janssen) e nei dosaggi autorizzati, è aggiornato a cinque mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato“.

Nel testo si precisa che la circolare è stata emanata “tenuto conto dell’attuale condizione di aumentata circolazione virale e ripresa della curva epidemica e in un’ottica di massima precauzione“.

In merito ai dosaggi, il documento indica 30 mcg in 0,3 mL per Comirnaty di Pfizer/BioNTech; 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax di Moderna.

Speciale Test Ammissione