News

Sciopero 11 ottobre: la lista dei voli garantiti in tutta Italia

sciopero 11 ottobre voli garantiti
Sciopero 11 ottobre 2021: si fermano bus, metro, treni e voli in tutta Italia. Ecco la lista ufficiali dei voli garantiti su tutto il territorio nazionale.

Sciopero 11 ottobre 2021: oggi si fermano in tutta Italia voli, treni, bus e metropolitane. La manifestazione è iniziata alle 21 di domenica 10 ottobre e proseguirà per tutta la giornata di oggi, coinvolgendo alcune fasce orarie.

Sciopero 11 ottobre 2021: i voli garantiti

Lo sciopero riguarda anche il trasporto aereo. Enac ha sottolineato che ci sono alcune fasce orarie tutelate, si tratta di orari durante i quali i voli devono essere necessariamente effettuati: in particolare dalle 7.00 alle 10.00 e dalle 18.00 alle 21.00. Di seguito l’elenco dei voli garantiti e pubblicati da Enac:

Sciopero 11 ottobre 2021: la lista dei voli garantiti in tutta Italia

Sciopero voli Alitalia

Anche Alitalia ha aderito allo sciopero, bloccando diverse tratte aeree. Sono stati cancellati voli non solo per oggi, 11 ottobre, ma anche per il 10 ottobre e per il 12 ottobre. Alitalia ha riprenotato, però, un volo per i viaggiatori coinvolti nella cancellazioni: “I passeggeri coinvolti nelle cancellazioni possono controllare su quale volo sono stati riprenotati collegandosi al sito www.alitalia.com e inserendo, nella sezione ‘I MIEI VOLI’ in home page, il proprio ‘Nome’, ‘Cognome’ e il ‘Codice di Prenotazione’”, si legge nell’avviso.

Si consiglia, infatti, di controllare sempre lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto. Ma soprattutto occorre far riferimento al sito della compagnia aerea con cui si viaggia.


Controlla lista dei voli cancellati per l’11 ottobre


I motivi dello sciopero

Lo sciopero è nato “contro le politiche del governo Draghi e dell’Unione Europea che scaricano la crisi sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici ad esclusivo vantaggio della classe padronale e del potere finanziario”. I vari sindacati si sono coordinatori in tutta Italia per opporsi, nello specifico, all’obbligatorietà del Green Pass, al precariato, ai licenziamenti, chiedendo garanzia del reddito e maggiore sicurezza sul posto di lavoro.

“Lo sciopero dell’11 ottobre è una risposta e una sfida al governo Draghi-Bonomi che si illude di ottenere la pace sociale per via burocratica spingendo ancora in avanti la concertazione e spargendo a piene mani fumo negli occhi sulla drammatica e dolorosa questione degli omicidi sul lavoro”, ha dichiarato l’USB. 

Speciale Test Ammissione