News Sicilia

Terza dose vaccino per over 80 e altre categorie: pronti anche in Sicilia

terza dose vaccino
Si sancisce il via alla terza dose di vaccino per numerose categorie: anche in Sicilia si desidera partire al più presto con le somministrazioni. Ecco a chi spetta la terza dose e quanto tempo deve passare dalla seconda dose.

Arrivata la circolare che sancisce l’avvio per la somministrazione della terza dose di vaccino. La nuova circolare del Ministero della Salute è intitolata “Avvio della somministrazione di dosi ‘booster’ nell’ambito della campagna di vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19.”

La terza dose o dose “booster”  viene definita come una dose “di richiamo dopo il completamento del ciclo vaccinale primario.

A chi spetta?

La terza dose di vaccino anti-Covid spetta ora, in particolare, a:

  • over 80;
  • ospiti Rsa;
  • personale Rsa;
  • sanitari a partire dai 60 anni, con patologie o con elevato livello di esposizione a infezione.

Inoltre, la somministrazione di una dose “booster” “potrà riguardare anche i soggetti con elevata fragilità motivata da patologie concomitanti/pre-esistenti, previo parere delle agenzie regolatorie.”

La somministrazione della terza dose al resto della popolazione verrà, invece, valutato in seguito, in base all’andamento della situazione epidemiologica.

Dopo quanto fare la terza dose e con quale vaccino?

La dose “booster” “va somministrata dopo almeno 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario“.

Per quanto riguarda il tipo di vaccino, la circolare specifica che, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il ciclo primario, “sarà per ora possibile utilizzare come dose booster uno qualsiasi dei due vaccini m-RNA autorizzati in Italia (Pfizer e Moderna).”

Terza dose: anche in Sicilia pronti per la somministrazione

Anche la Sicilia è pronta ad aderire: è quanto indicato dal dirigente generale della Pianificazione strategica dell’assessorato regionale alla Salute, Mario La Rocca.

Siamo pronti in Sicilia a somministrare la terza dose a over 80, personale Rsa e sanitari – ha dichiarato all’ANSA La Rocca – : aspettiamo soltanto le indicazioni del commissario Figliuolo e poi partiamo.

Sugli over 80 – continua il dirigente – in Sicilia abbiamo una copertura dell’80%, e siamo ben felici di potere procedere con la dose aggiuntiva. I vaccini ci sono, non abbiamo alcun problema di approvvigionamento.”