Attualità

Sicilia, i dipendenti non vaccinati saranno trasferiti: l’ordinanza di Musumeci

medico che vaccina
Censimento dei dipendenti non vaccinati, vaccini nei luoghi turistici e della movida, potenziamento centri vaccinali: ecco tutte le novità della nuova ordinanza del Presidente Nello Musumeci.

Il Presidente della Regione Nello Musumeci ha firmato una nuova ordinanza. Essa sarà in vigore da domani 8 luglio fino all’1 settembre 2021 e riguarda, nello specifico, la campagna di vaccinale siciliana.

Censimento dei dipendenti non ancora vaccinati, vaccini nei luoghi turistici e potenziamento dei centri vaccinali sono solo alcune delle novità contenute nel nuovo testo.

Siamo impegnati senza sosta perché l’obiettivo della “immunità di gregge” sia raggiunto al più presto”, dice il presidente Musumeci. Vediamo, nel dettaglio, tutti i punti della nuova ordinanza.

Dipendenti non ancora vaccinati

Grazie alla nuova ordinanza verrà messo in atto un vero e proprio censimento di tutti coloro che non si sono ancora sottoposti alla vaccinazione per invitarli a provvedere il prima possibile.

Le aziende sanitarie provinciali eseguiranno una ricognizione completa e aggiornata di tutti i dipendenti pubblici, del personale preposto ai servizi di pubblica utilità e ai servizi essenziali, degli autotrasportatori, del personale delle imprese della filiera agroalimentare e sanitaria, degli equipaggi dei mezzi di trasporto per censire chi non è ancora stato sottoposto a vaccinazione e invitarlo formalmente a provvedere.

In caso di indisponibilità o di rifiuto, il datore di lavoro dovrà, nei modi e termini previsti dai contratti collettivi, riassegnare il dipendente ad altro ruolo, che non implichi il contatto diretto con l’utenza.“, viene spiegato in una nota di palazzo d’Orleans.

Vaccinazioni “a tappeto”

L’ordinanza introduce importanti novità che consentono ai cittadini di essere vaccinati anche nei luoghi turistici e della movida.

Gli operatori turistici potranno, infatti, sottoscrivere una convenzione per realizzare punti vaccinali all’interno della propria struttura ricettiva, anche in modalità drive in. Inoltre, “nelle località turistiche sarà avviata una campagna speciale di vaccinazione a favore del personale della grande e media distribuzione (centri commerciali e supermercati)“.

Inoltre, sarà possibile, su richiesta, essere sottoposti a vaccino direttamente sul posto di lavoro.

Potenziamento punti vaccinali

Il potenziamento riguarderà i presidi vaccinali dei comuni, in particolare in quelli in cui si è registrata una minore adesione. Ciò avverrà grazie alla riassegnazione del personale già aderente all’attività vaccinale (medici delle Usca in sovrannumero, medici di medicina generale, odontoiatri, farmacisti, biologi, ecc) presso strutture mobili o presidi territoriali già esistenti.

Turismo dall’estero

L’ordinanza prevede l’estensione dell’obbligo di tampone a chi arriva dalla Spagna o dal Portogallo, o a coloro che nei 14 giorni precedenti vi hanno soggiornato o transitato.

Attualmente, si tratta degli unici due Paesi europei per i quali in Sicilia è prevista questa misura di sicurezza.