News

Mascherine all’aperto fino a quando? Oggi la decisione

Stop mascherine all'aperto? La proposta di discuterà alle ore 18:30 durante l'incontro del Cts. Di seguito le possibili date dello stop dell'utilizzo di protezione delle vie respiratorie.

L’Italia si trova quasi interamente colorata di bianco e a tal proposito oggi il Cts, durante un incontro alle 18:30, stabilirà le sorti della mascherina. Le tre date possibili per lo stop della mascherina potrebbero essere il 28 giugno, quando l’Italia sarà interamente bianca, l’1 luglio o il 5 luglio.

Il 2 luglio, con l’arrivo del report settimanale dei vaccini, si potrà ufficialmente dire se l’Italia sarà pronta a dire addio alle mascherine. Tuttavia, ad oggi, il 50% dei cittadini italiani risultano vaccinati, almeno per quanto riguarda la prima dose.

La notizia che si attende dal comitato tecnico scientifico è se sarà eliminata la mascherina nei luoghi aperti, sempre però mantenendo il distanziamento di almeno un metro.

Dunque, l’ipotesi sarebbe quella di togliere le mascherine solamente all’aperto e mantenerle al chiuso come ad esempio nei bar e ristoranti, ad eccezione di quando si è seduti al tavolo,  mezzi di trasporto e negozi. Un ulteriore punto che si discuterà oggi, durante l’incontro con il Cts, è anche l’ipotesi di togliere le mascherine, proposta lanciata da Sileri, anche al chiuso per tutti coloro che hanno completato il ciclo vaccinale con la doppia dose o monodose per il vaccino Johnson & Johnson.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza per ora ha preferito non sbilanciarsi sulla questione e aspettare gli esiti che si discuteranno durante la riunione.Aspettiamo l’esito della riunione del Cts di oggi.  – dichiara Speranza – C’è una situazione epidemiologica nel nostro Paese che presenta dei numeri molto incoraggianti rispetto alle ultime settimane. Significa che la strada è quella giusta e dobbiamo continuare così.”

se i numeri sono calati così tanto – ha aggiunto Speranza – è prima di tutto grazie a questa campagna straordinaria di vaccinazione che, voglio ribadirlo, è la vera strada per aprire una stagione diversa nel nostro Paese.”