News

Musumeci pronto a vaccinare i turisti: “Somministrazioni negli stabilimenti balneari”

Il governatore Nello Musumeci, durante un'intervista rilasciata a Skytg24, ha parlato della campagna vaccinale in Sicilia, sottolineando la sua disponibilità a vaccinare i turisti che sceglieranno come meta l'isola.

La situazione coronavirus sembrerebbe essere migliore in Sicilia e a tal proposito, Nello Musumeci, qualche settimana fa si era reso disponibile a vaccinare i turisti che sceglievano come meta estiva la Sicilia. Nelle ultime ore, durante un’intervista a Skytg24, il governatore Nello Musumeci, è ritornato sulla questione vaccini ai turisti.

“Stiamo lavorando affinché negli stabilimenti balneari si possa procedere alla somministrazione del vaccinodichiara Musumeci –  e stiamo anche immaginando dei camper itineranti che dalla fine di giugno possano muoversi nelle località balneari più importanti per somministrare i vaccini”.

Durante la stessa intervista, il Governatore siciliano ha parlato anche delle sorti della Sicilia, ormai in zona gialla da circa tre settimane, dopo un lungo periodo di zona arancione. Tuttavia, da oggi, altre regioni sono entrate in zona bianca e il passaggio della Sicilia in tale fascia sarebbe previsto per il 21 giugno.

“La Sicilia sta scontando l’ultima zona rossa che dopo Pasqua ci ha messo seriamente in difficoltà. – dichiara Nello Musumeci – Ma siamo tutti ottimisti e dal 21 giugno anche noi torneremo senza limiti, anche se bisogna continuare a osservare le regole della prudenza. La battaglia contro il virus non è vinta e non è il colore della zona che ci mette al sicuro. Quello che ci mette al sicuro è che anche l’ultimo cittadino siciliano sia sottoposto a vaccino”. 

Il governatore Nello Musumeci ha anche rivolto un pensiero a tutti colore che sono stati fortemente penalizzati a causa della pandemia e a tutti quei settori che ad oggi non hanno ancora riaperto.

“Anche noi abbiamo ricevuto lamentele dai gestori delle discoteche. – dichiara il Governatore – Credo che la politica debba essere prudente, fare un passo indietro e lasciare campo alla scienza. Se ci sono le condizioni perché le discoteche possano ospitare un certo numero di ospiti credo che le discoteche possano aprire a fine giugno. – conclude –  C’è un indotto molto significativo ed è giusto che anche questi operatori economici abbiano un po’ di respiro”.