Attualità

Sicilia resta zona arancione, quando entra in zona gialla: le possibili date

sicilia zona arancione regole
Sicilia zona arancione anche per la prossima settimana. Quando scatta la zona gialla? Le possibili date e il quadro della situazione sanitaria nell'Isola.

 

Il Coronavirus in Sicilia rallenta la sua corsa, ma la prudenza nell’Isola rimane alta. Malgrado il calo di indice Rt e di nuovi casi, l’Isola rimarrà anche per la prossima settimana in zona arancione. Niente spostamenti tra i Comuni, dunque, e scuole superiori aperte al 50% solo a partire da lunedì 8 febbraio. Tuttavia, i numeri della Regione fanno ben sperare e presto, già dalla fine della prossima settimana, potrebbe arrivare il via dal Cts per la zona gialla.

 Sicilia in zona arancione: cosa cambia e cosa si può fare

Coronavirus Sicilia: il punto della situazione

Continua la discesa dei contagi Covid in Sicilia. L’ultimo dato che conferma il rallentamento dell’epidemia è quello del Rt puntuale: in Sicilia è sceso allo 0,73, uno dei più bassi in tutta Italia.

Ma anche per quanto riguarda il bollettino quotidiano del Ministero della Salute negli ultimi giorni si registrano ormai un centinaio di casi in meno rispetto al giorno precedente. Il report di ieri, 5 febbraio, indica 616 nuovi positivi su 25.206 tamponi processati, con una incidenza di quasi il 2,5%, tasso che continua a scendere. Sale, invece, il dato riguardante le vittime: ieri sono state 31, portando il totale a 3.634.

Un dato confortante, inoltre, arriva dal numero degli attuali positivi, scesi ieri per la prima volta sotto la quota 40mila: sono per la precisione 39.554, con un decremento di 1.100 casi rispetto a ieri, grazie a 1.685 guariti. Anche negli ospedali continuano a diminuire i ricoveri che adesso sono 1.426; ovvero 47 in meno rispetto a ieri, ma scendono anche quelli in terapia intensiva, che sono 182, 5 in meno.

Sicilia in zona gialla: entro quando?

Con questi dati, la Sicilia può legittimamente sperare di entrare in zona gialla già dalla prossima settimana. L’Isola, infatti, ha uno degli indici Rt più bassi in Italia, dietro soltanto a Basilicata, Provincia Autonoma di Trento e Veneto. Le regole attuali, tuttavia, prevedono che la durata delle zone di rischio sia di almeno due settimane. Quindi, malgrado i numeri siano da zona gialla già da adesso, l’Isola dovrà aspettare altri sette giorni. La zona gialla in Sicilia potrebbe scattare giorno 14 febbraio, per San Valentino, o giorno 15 febbraio, a seconda della data stabilita dal ministro per la Salute nella sua ordinanza.

 Sicilia in zona gialla, quando? Razza: “Chiederemo di anticipare passaggio

Il 15 febbraio, inoltre, potrebbe diventare la data X per il via libera agli spostamenti tra regioni. Il DPCM di gennaio, infatti, prevede lo stop agli spostamenti fino a tale data. Sarà il nuovo governo, ancora in fase di formazione, a decidere se e come autorizzare gli spostamenti.

Per il ministro agli Affari regionali, Francesco  Boccia, “il sistema degli interventi territoriali per fasce ci consente di mantenere un indice di contagio in linea con quello della settimana scorsa, con un RT a 0.84; questo modello ci ha evitato nuovi lockdown nazionali. Dobbiamo tenere sempre alta la guardia ma le reti sanitarie, grazie al sistema di zonizzazione con misure restrittive territoriali mirate, sono protette. Così come sono state subito individuate le differenti varianti, grazie agli interventi immediati dei servizi sanitari regionali”.

 Regioni cambiano colore l’8 febbraio: la Sicilia torna gialla?

Rimani aggiornato