Attualità

Sicilia, positiva infrange quarantena e va in Commissariato: denunciata

Mascherine Ffp3
Foto di repertorio.
La donna si era recata in Commissariato per ragioni personali, ma una volta accertatane la positività gli agenti l'hanno denunciata per aver infranto la quarantena.

Finora i positivi sorpresi in giro per le strade o addirittura a lavoro sono stati numerosi. C’è stato chi ha preso l’autobus per tornare a casa dopo aver scoperto il risultato positivo del test e chi, malgrado sapesse di dover sottostare a regime di quarantena sanitaria, ha continuato ad andare a lavoro e frequentare supermercati. Non era mai accaduto, però, che una persona positiva, infrangendo il divieto di uscire, si consegnasse “spontaneamente” nelle mani delle forze dell’ordine.

Succede ad Avola, nel Siracusano, dove una donna di 33 anni originaria del Marocco è stata denunciata per aver infranto la quarantena. La donna si era recata al Commissariato di Avola per il rinnovo del permesso di soggiorno, ma quando gli agenti hanno scoperto della sua positività ne hanno formalizzato la denuncia, chiedendole con quante persone fosse entrata in contatto durante il tragitto per ricostruire la catena dei possibili contagi.

Nella stessa cittadina, negli scorsi giorni, si sono verificati casi analoghi, come quello di un uomo uscito per una passeggiata malgrado si trovasse in quarantena. Avola al momento si trova in una situazione particolarmente delicata dal punto di vista dei contagi. L’ultimo bollettino dell’ASP comunicato dal sindaco Luca Cannata è di 349 positivi. Dati, comunque, in calo rispetto alla settimana precedente, quando i casi registrati sono stati 506.

Rimani aggiornato