Catania

Catania, piazza di spaccio da 10mila euro al giorno: rider portavano la droga

carabinieri arresti
Sgominata un'intera "piazza di spaccio" sita nel centralissimo rione di San Cristoforo: a capo della rete, un pregiudicato già posto ai domiciliari.

Nelle scorse ore è stata portata a termine, per le vie del rione San Cristoforo, una maxi operazione antidroga, denominata “Concordia”. I carabinieri del comando provinciale di Catania, su ordinanza del Gip, hanno sgominato un’intera “piazza di spaccio” che fruttava 10mila euro al giorno. In arresto ben 22 persone.

Durante l’inchiesta precedente l’operazione antidroga, si è scoperto che lo spaccio era gestito da un 56enne, Michele Balsamo, già agli arresti domiciliari. Ad aiutarlo la moglie, Angela Sapuppo, che nei video girati dai carabinieri appare raccogliendo, assieme al marito, una busta di droga con un bambino piccolo in braccio, e il suocero, Francesco Sapuppo.

Ma non solo: il gruppo gestito da Balsamo si serviva di due tassisti, che rivendevano la cocaina in un locale notturno, ad un prezzo maggiorato. Balsamo si serviva inoltre di pusher motorizzati, che dopo ordinazione telefonica consegnavano la droga “a domicilio” o in posti precedentemente concordati: muovendosi via scooter con piccoli quantitativi di droga, i rischi d’incontrare un controllo delle forze dell’ordine erano quasi del tutto eliminati.

Conclusa con successo l’operazione antidroga, le forze dell’ordine hanno portato in carcere Michele Balsamo, Alessandro Caltabiano, Orazio Fuselli, Giancarlo Manfredi e Francesco Sapuppo (tutti già posti ai domiciliari prima dell’arresto), inoltre Alessandro Motta, Massimo Raia, Carmelo Caltabiano, Mario Grillo ed Eugenio Farinella.

Ai domiciliari, invece, si trovano: Angela Sapuppo, Giuseppe Minutola, Antonino Valentino Di Guardo, Carmelo Basile, Carmelo Pandetta, William Barbera e Agatino Carnazza. Infine, imposto l’obbligo di dimora per Francesco Munzone, Arturo Strano, Antonino Fuselli, Vincenzo Testa e Salvatore Caltabiano.