Altro

Pagamento pensioni febbraio 2021: 2 modalità per riscuotere

poste italiane
Il pagamento pensioni febbraio 2021 è anticipato per permettere di scaglionare l'ingresso presso gli uffici secondo il calendario stilato da Poste Italiane.

Pagamento pensioni febbraio 2021 in arrivo. Continua il pagamento anticipato delle pensioni anche per i prossimi mesi. L’Inps ha comunicato nei giorni scorsi il calendario per coloro che riscuotono le pensioni presso gli sportelli di Poste Italiane. Il pagamento verrà distribuito su più giorni, in modo da consentire a tutti i riceventi di recarsi presso gli uffici postali senza creare pericolosi assembramenti.

Pagamento pensioni febbraio 2021: le due modalità di pagamento

L’anticipo nel versamento delle pensioni e il relativo calendario stilato da Poste riguardano tutti coloro che non possono fare a meno di recarsi fisicamente presso Poste Italiane e ritirare il dovuto. Tutti quelli che invece hanno indicato come metodo di pagamento un conto corrente bancario riceveranno regolarmente l’importo all’inizio del mese sul proprio conto e potranno quindi recarsi successivamente presso qualunque bancomat per usufruire del contante.

Pagamento pensioni febbraio 2021: il calendario

Nello specifico per il mese di febbraio, i pagamenti saranno come di consueto a fine mese, ovvero dal 25 al 30 gennaio. Sarà possibile ritirare la propria pensione presso gli uffici postali seguendo il calendario basato sull’iniziale del proprio cognome.

Il calendario completo per il mese di febbraio è il seguente:

  • lunedì 25 gennaio cognomi dalla A alla B
  • martedì 26 gennaio cognomi dalla C alla D
  • mercoledì 27 gennaio cognomi dalla E alla K
  • giovedì 28 gennaio cognomi dalla L alla O
  • venerdì 29 gennaio cognomi dalla P alla R
  • sabato 30 gennaio cognomi dalla S alla Z

Pagamento pensioni febbraio 2021: l’ordinanza

Proprio l’ordinanza firmata dal capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, tiene conto del fatto che lo scaglionamento di tutti coloro che si recheranno negli uffici permette di salvaguardare tutti dal rischio di contagio: “Allo scopo di consentire a Poste Italiane S.p.A. la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle predette prestazioni, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, di cui all’articolo 1, comma 302, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 e successive integrazioni e modificazioni, di competenza del mese di gennaio 2021, è anticipato dal 28 dicembre 2020 al 2 gennaio 2021; di competenza del mese di febbraio 2021, è anticipato dal 25 gennaio 2021 al 30 gennaio 2021”.


Bonus auto 2021: come funziona e per quali vetture