Scienza e Salute

Bonus tiroide 2020: come richiederlo

bonus tiroide inps
Bonus tiroide nasce per l'aumento dei casi di tiroidismo e di disturbi della tiroide, per questo l'Inps concede un assegno di invalidità civile a chi ne soffre. Tutte le informazioni per richiederlo.

Sempre più gente soffre di disturbi e di disfunzioni della tiroide e, proprio per questo motivo, esiste il bonus tiroide. Anche se, in realtà la parola bonus è inesatta, perché si tratta di un assegno mensile di invalidità civile riconosciuto dall’Inps. Verrà erogato a chi soffre di quattro disturbi della tiroide: carcinomi tiroidei, gozzo, ipotiroidismo e ipertiroidismo. Per poter accedere all’indennità mensile, bisogno però effettuare una visita medica con la commissione medica Inps, che stabilirà il grado di disfunzione e se si è idonei a ricevere questa indennità. L’assegno mensile avrà un importo compreso tra 286 e 550 € viene dato a chi avrà un’invalidità dal 74 al 100 %.

Il primo passo da compiere è la domanda all’Inps per l’invalidità civile. Bisogna però essere in possesso dei certificati medici che attestino le patologie legate alla tiroide, che sono rilasciati dalla Commissione sanitaria per l’accertamento delle invalidità dell’Asl o Asp. La richiesta poi prevede che il medico di base compili il certificato introduttivo sul sito inps, a pagamento, con i dati anagrafici del paziente, ma anche tutte le patologie che possono essere valutate ai fini dell’invalidità.

Una volta che verrà completata la procedura, al paziente viene inviata la ricevuta cartacea dell’operazione e una copia del certificato medico originale con una validità di 90 giorni. Fatto questo, bisognerà presentare la domanda vera e propria all’Inps collegandosi al sito e presentando come credenziali: Pin Inps, Spid, e carta nazionale dei servizi o la carta d’identità elettronica. Se si hanno difficoltà conviene rivolgersi ad un patronato. Al termine della procedura, il sistema proporrà una data per la visita della commissione Inps presso la Asl o Asp di residenza.

Il giorno della visita medica bisognerà portare con sé:

  • prova di TSH;
  • certificato medico in originale;
  • documento di identità;
  • tessera sanitaria;
  • ecografia tiroidale per gozzo, tiroiditi o ipotiroidismo;
  • altri documenti specifici per le patologie indicate.

Dopo aver effettuato la visita, la commissione invierà al paziente per posta o per email, il verbale di visita in duplice copia, una contenente tutti i dati sanitari inclusi quelli sensibili, e nell’altra copia il giudizio finale col grado di invalidità riscontrato.

Rimani aggiornato