Catania

Catania, amianto abbandonato vicino le abitazioni: rimosso dal Comune

Rimozione amianto da Catania
Grandi quantitativi del materiale erano stati lasciati non distanti dalle abitazioni in diversi quartieri e strade della città, con grave pericolo per la salute dei cittadini.

Un materiale pericoloso che può provocare malattie mortali nell’uomo e gravi complicanze a livello polmonare. L’amianto è stato molto utilizzato nelle costruzioni nel secolo scorso, finché non si sono scoperte le conseguenze negative sull’organismo. Da allora, è caccia ai residui di amianto in tutta Italia, al fine di smaltirli in modo sicuro.

Anche a Catania, diversi interventi di bonifica dall’amianto sono stati eseguiti con il coordinamento dell’assessorato all’ambiente retto da Fabio Cantarella, da squadre specializzate incaricate dal Comune di Catania che sono intervenute per rimuovere grandi quantità di eternit che i soliti incivili avevano illecitamente lasciato per le strade pubbliche.

Prese di mira soprattutto piazza delle Universiadi e via Antonio Cagnoni, a Picanello, nei pressi delle abitazioni, con grave rischio per la salute dei cittadini.

Il materiale è stato preventivamente messo in sicurezza dagli addetti comunali all’ecologia, per poi essere trasferito in discarica per il successivo smaltimento.

Analogo intervento è stato effettuato a San Cristoforo e Librino, rispettivamente in via Gramignani e sul viale San Teodoro.

L’Amministrazione Comunale raccomanda ai cittadini di smaltire l’amianto esclusivamente contattando ditte specializzate, evitando di arrecare un gravissimo danno all’ambiente con gravi rischi per la salute delle persone.

Speciale Test Ammissione