News

Sicilia si conferma la regione con indice di contagio più alto in Italia: gli ultimi aggiornamenti

addetti tamponi coronavirus
Nuovi aggiornamenti sul Coronavirus in Sicilia: la regione rientra tra le 9 con indice di contagio superiore a 1 e si conferma la peggiore.

Dopo le notizie dei giorni scorsi riguardo al notevole peggioramento della situazione Coronavirus in Sicilia, la regione sembra proseguire su questa scia e si conferma nuovamente quella con indice di contagio superiore in Italia.

Al momento la Sicilia guida le 9 regioni che hanno superato il valore 1 dell’indice Rt: quello dell’Isola maggiore italiana è infatti 1,41 e non sembra destinato ad arrestarsi. Questo è quanto risulta dai dati presentati dal Ministero della Salute riguardo i contagi dell’ultima settimana, definendo l’attuale condizione come tendente al peggioramento.

Per quanto riguarda le altre regioni, la Lombardia avrebbe un indice Rt pari a 1,13 mentre il Veneto 1,2. Scendendo più a Sud, la Campania si ferma a 0,86 mentre Calabria, Basilicata e Molise sono tutte a 0. Oltre a Sicilia, Lombardia e Veneto, le regioni con indice superiore a 1 sono Abruzzo, Toscana, Puglia, Liguria, Piemonte e Marche.

Adesso è dunque più evidente che mai: il Coronavirus non è stato sconfitto, né arginato, e i controlli a riguardo rimangono ancora fondamentali per tentare di contenere i contagi ed evitare uno scenario simile a quello dello scorso inverno. L’attenzione è soprattutto puntata sulla formazione di nuovi focolai: in tutta Italia sono stati 225 solo nella scorsa settimana, anche se sembrerebbe che i servizi di assistenza abbiano saputo reagire adeguatamente.

Si è inoltre abbassata l’età media dei contagiati: equivarrebbe a 40 anni, dunque meno anziani rispetto alla precedente ondata. Un ulteriore dato allarmante è che i nuovi casi sono soprattutto di persone asintomatiche, comportando un rischio maggiore di aumento dei contagi. Rimane quindi necessario mantenere i comportamenti corretti per limitare il rischio di infezione, in particolar modo se si rientra da paesi che già riscontrano una nuova emergenza Coronavirus.