News

Sconto per chi paga con la carta: come funziona il bonus consumi

bonus consumi
Il bonus consumi avrà lo scopo di rilanciare il potere di acquisto dei consumatori, incoraggiando i pagamenti tramite carta di credito. Ecco le prime indiscrezioni.

Il bonus consumi avrà lo scopo di rilanciare il potere di acquisto dei consumatori, favorendo bar, ristoranti e, probabilmente, anche negozi di abbigliamento ed elettronica a riprendersi dalla crisi economica. La misura, se confermata, avrebbe una validità di cinque mesi, da agosto a dicembre, e richiederebbe la messa in campo di un fondo di 25 miliardi.

La conferma del’approvazione del bonus consumi dovrebbe arrivare con buona probabilità giovedì. Questa misura andrebbe a sommarsi a quelle riguardanti il lavoro, con la cassa integrazione selettiva e le decontribuzioni per le assunzioni, al fisco, con il blocco fino a novembre delle cartelle esattoriali e la rateizzazione delle tasse sospese, e le riforme per scuola ed enti locali.

Bonus consumi: come funzionerà

Il bonus consumi avrà lo scopo di incoraggiare gli acquisiti tramite carta di credito e bancomat, favorendo una maggiore tracciabilità e un’efficacia nella lotta al “nero”.

La misura, in realtà, era già prevista dalla legge di Bilancio, con una spesa preventivata di circa 3 miliardi di euro. Sarebbe dovuta entrare in vigore già quest’anno, con i rimborsi che sarebbero dovuti arrivare a gennaio 2021, ma l’emergenza sanitaria ha comportato la sospensione della messa in atto della misura.

Se, in prima istanza, si pensava a un ristoro di una percentuale dell’Iva con credito d’imposta o una detrazione, adesso, considerata la crisi economica in corso, il bonus consumi potrebbe prevedere il rimborso di una parte della spesa sostenuta, con tetto massimo, da accreditare direttamente al consumatore sul proprio conto.