Catania

Metro Catania, Pogliese: “In meno di un anno due nuove aperture”

La metropolitana di Catania si arricchisce di due nuove tratte. Entro fine anno, secondo il cronoprogramma illustrato dal sindaco Pogliese, apriranno due nuove stazioni metropolitane.

Manca meno di un anno all’apertura della stazione della metropolitana “Fontana-Garibaldi“, che sarà in diretto collegamento con l’ospedale etneo. Ad annunciarlo tramite un post sulla propria pagina Facebook è il sindaco etneo Salvo Pogliese, che comunica i recenti aggiornamenti riguardanti la metro Catania. Sono, in tutto, due le stazioni che nel giro di meno di un anno dovrebbero essere completate. Oltre alla stazione Fontana-Garibaldi, infatti, si attende entro la fine dell’anno solare l’apertura della stazione Cibali.

“La stazione Metropolitana Fontana-Garibaldi sarà attiva e connessa direttamente con l’ospedale, insieme a quella di Monte Po, ma già da fine settembre verrà smontata la deviazione sulla circonvallazione e chiuderà il cantiere in sopraelevata – scrive il primo cittadino –, in una zona su cui noi abbiamo programmato i lavori di riqualificazione della grande rotatoria grazie allo sponsor Di Martino.

Insieme all’assessore Marco Falcone e al direttore generale Fce Salvo Fiore – continua – , stamattina abbiamo rilevato lo stato di avanzamento dei lavori che ci consentiranno di avere una tratta sempre più lunga al servizio dei cittadini. Ma novità importanti ci saranno, a breve, anche per la stazione di Cibali che secondo le previsioni, si spera definitive in un cantiere a dir poco tormentato, verrà aperta a fine anno, sanando finalmente un vuoto lungo il percorso attuale.

Ma oggi – conclude Pogliese – abbiamo anche espresso la nostra soddisfazione per l’aggiudicazione dei lavori per il completamento della metropolitana, da piazza Stesicoro all’Aeroporto, un’opera straordinaria con altre otto stazioni da completare entro il 2025 che connetterà i quartieri della zona Sud di Catania, tra cui Librino e Santa Maria Goretti, con il centro storico. Ricordo ancora con emozione quando nell’aprile dello scorso anno con Marco Falcone ci siamo recati a Bruxelles per prendere in consegna il decreto di finanziamento di un’opera strategica e di un progetto che è diventato anche un modello per i progetti comunitari. Lavoriamo ogni giorno per una Catania sempre più dinamica, moderna e farla diventare sempre più una metropoli del Mediterraneo”.

Università di Catania