Università in pillole

Università, il ministro Manfredi parla di riaperture: “Verso le lauree in presenza”

Sono ottime notizie quelle che arrivano dalle dichiarazione del Ministro dell'Università e della Ricerca Gaetano Manfredi: è ormai concreta la possibilità di tornare a laurearsi di presenza dal prossimo mese.

Università: il momento della laurea è un obiettivo importantissimo nella vita di ogni studente universitario. Nei mesi passati – compreso quello attuale – le circostanze hanno costretto ad un drastico cambiamento: seppur non del tutto dispiaciuta, la modalità di laurea online, per molti versi, ha lasciato l’amaro in bocca a chi sperava di festeggiare la fine degli studi come tutti.

Ma questa modalità sembra stia giungendo alla sua conclusione. Almeno, secondo quanto dichiarato dal Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, in occasione della manifestazione in onore dei 796 anni dalla fondazione della “Federico II” di Napoli. Il Ministro ha infatti spiegato che “l’indirizzo dato a livello governativo è che già da luglio, lì dove possibile, si possa tornare a svolgere sedute di laurea in presenza“.

In effetti, sottolinea Manfredi, “la discussione della tesi in presenza ha un grande valore simbolico, è il momento di chiusura di un percorso”. Ecco perché serve “farlo con i distanziamenti giusti, con pochi familiari e con meno feste”. E per coloro i quali non possono recarsi all’università, reduci dalle misure prese durante la quarantena forzata? Chi vive all’estero? Il Ministro rassicura: “dobbiamo essere molto flessibili, perché è il modo migliore per poter dare risposte alle esigenze di tutti”.

Dunque, tutto sembra far pensare che, seppur in modo contenuto e a debita distanza, l’aria di una nuova normalità stia tornando anche tra i corridoi delle facoltà italiane. Seppur si auspichi un ritorno alle attività minime, come esami in piccoli gruppi, e sedute di laurea ben diverse da come venivano sostenute nel periodo precedente al lockdown, è già un buon primo passo. Per gli studenti, sarà sicuramente una gioia poter tornare a celebrare la propria fine degli studi in sicurezza, ma finalmente di presenza.