Catania

Baracca per il barbecue con gli amici nel Catanese: multati due giovani

I due giovani, ignorando le disposizioni contenute nel DPCM del premier Conte, stavano costruendo una baracca al riparo da occhi indiscreti per festeggiare Pasqua e Pasquetta.

Si avvicinano le festività pasquali e, malgrado le restrizioni imposte per contenere il contagio del coronavirus, c’è chi proprio non ce la fa a rinunciare alla classica grigliata all’aperto ed è disposto a ricorrere a diversi sotterfugi pur di festeggiare come da tradizione. Così, i Carabinieri di Acireale hanno scovato una vera e propria baracca, con tanto di lenzuola e rami d’albero, nascosta in una zona boschiva di un fondo agricolo di proprietà di un Ente benefico per realizzare un barbecue per trascorrere Pasqua e Pasquetta con gli amici.

L’opera apparteneva a due giovani, un 17enne e un 20enne, a lavoro nella frazione di Acireale, Pennisi, colti sul fatto dalle forze dell’ordine, che li hanno identificati e sanzionati per violazione delle norme per il contenimento dell’epidemia da Covid-19.

I due sono stati colti dopo la segnalazione del curatore del fondo agricolo, il quale, avvisato dai vicini della presenza della baracca abusiva, ha chiamato i militari dell’Arma. I giovani hanno poi ammesso la ragione per cui erano in campagna: “stavamo costruendo un rifugio per festeggiare la Santa Pasqua e la Pasquetta con un barbecue tra amici”.

Rimani aggiornato