Altro

Concorso scuola infanzia e primaria: pubblicata bozza del bando

Foto archivio.
Concorso scuola infanzia e primaria: pubblicata la bozza del bando in uscita a febbraio. Tutte le informazioni su requisiti, prove e programmi.

Concorso scuola infanzia e primaria


Concorso scuola infanzia e primaria: pubblicata la bozza del bando che, stando alle rassicurazioni del Ministero dell’Istruzione, uscirà entro la fine del mese di febbraio 2020. Il concorso metterà a disposizione almeno 13 mila posti, che potrebbero anche arrivare a 15 mila e punta ad assumere i docenti all’interno di istituti riservati a infanzia e primaria. La pubblicazione della bozza del decreto ci permette di saperne di più su cosa stconudiare, sui requisiti e sulle prove d’esame. Ecco tutti i dettagli.

Concorso scuola infanzia e primaria: i requisiti

I candidati, al momento della presentazione della domanda, dovranno possedere:

  • laurea in Scienze della formazione primaria
    oppure
  • titolo di studio conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998 aventi valore di abilitazione ivi incluso il titolo di diploma di sperimentazione ad indirizzo linguistico.

Solo per infanzia poi vale anche il diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 al termine dei corsi triennali iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998 analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto dal Miur. Potranno, inoltre, partecipare con riserva tutti coloro che hanno conseguito il titolo all’estero e sono in attesa di riconoscimento.

Si ricorda che: non è necessario essere in possesso dei 24 CFU o dei requisiti di servizio; per i posti riservati al sostegno è necessario possedere una abilitazione specifica.

Concorso scuola infanzia e primaria: le prove

Le prove previste per testare le conoscenze e le competenze dei candidati sono:

  • prova preselettiva nell’eventualità di un elevato numero di candidati. Questa si svolgerà al computer, sarà a risposta chiusa e punterà a valutare le capacità logiche dei candidati, le capacità di comprensione del testo, la conoscenza della normativa scolastica e della lingua inglese.
  • prova scritta: si articolerà in due domande a risposta aperta che avranno come obiettivo quello di testare le conoscenze specifiche dei candidati in ambito didattico e metodologico sulle discipline oggetto di insegnamento. Saranno testate inoltre le competenze dei candidati in merito alla lingua inglese (livello B2)
  • prova orale: saranno valutate le competenze e la padronanza dei candidati in merito alle discipline oggetto dell’insegnamento e alla capacità di progettare una didattica efficace. Anche in questo caso, saranno testate le conoscenze di lingua dei candidati.

Leggi anche: Concorso scuola 2020: pubblicata la bozza dei bandi

 

Da TWITTER

Coronavirus, il Ministro Azzolina: "No a viaggi di istruzione in Italia e all'estero" https://www.liveuniversity.it/2020/02/23/coronavirus-stop-gite-italia-estero/

"Striscia la Notizia" a Catania: appello per trovare casa ai randagi del San Marco https://catania.liveuniversity.it/2020/02/21/striscia-la-notizia-catania-san-marco-randagi/ di @liveunict

Load More...