Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Ministero Salute: bando per 91 tecnici

concorsi pubblici ministero della salute
Ecco tutte le informazioni sul concorso Ministero Salute: dai requisiti alla scadenza del bando, passando per le diverse prove da sostenere.

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando per partecipare al concorso Ministero Salute che prevede l’assunzione a tempo indeterminato. La fascia retributiva sarà invece quella della terza area – F1 del ruolo per i dipendenti del Ministero della Salute. Ecco tutte le informazioni utili per poter prendere parte alle prove di selezione.

Requisiti

Il concorso Ministero Salute prevede alcuni requisiti generali e specifici. Tra quelli basilari, la cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, il godimento dei diritti civili e politici e l’idoneità fisica all’impiego. Per quanto riguarda i requisiti specifici, si richiede una laurea specialistica o magistrale delle classi SNT/04/S Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione o LM/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione. O ancora una laurea delle classi SNT/04 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione e L/SNT4 Scienze delle professioni sanitarie della prevenzione. Altro titolo valido per la partecipazione è il diploma universitario in Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro.

È inoltre richiesta l’iscrizione in Italia all’albo della professione sanitaria di tecnico della prevenzione dell’ambiente e dei luoghi di lavoro. Tra i requisiti è presente anche la conoscenza della lingua inglese e della apparecchiature ed applicazioni informatiche più diffuse. Tutti i requisiti devono essere posseduti entro la data di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione.

Concorso Ministero Salute: le prove

Nel caso in cui il numero di persone sia pari o superiore a 10 volte il numero dei posti banditi, si potrebbe effettuare una prova preselettiva. Quest’ultima sarebbe a risposta multipla sulle materie di oggetto del concorso e delle successive prove d’esame.

Le selezioni si svolgeranno sottoponendo i candidati a due prove scritte e una orale. Gli esami scritti saranno delle prove teoriche su argomenti pertinenti al concorso. La prima consisterà nella produzione di un elaborato o nella soluzione di alcuni quesiti a risposta sintetica, mentre la seconda prova consiste nella redazione di un atto o nella risoluzione di un caso pratico con relazione esplicativa annessa.

La prova orale sarà invece un colloquio sulle materie del concorso più le seguenti:

  • organizzazione e funzionamento del Ministero della salute, nonché degli enti, istituti ed agenzie facenti parte del Servizio sanitario nazionale;
  • normativa sanitaria nazionale, comunitaria e internazionale;
  • elementi di procedura penale limitatamente alle funzioni e ai doveri degli ufficiali di polizia giudiziaria;
  • elementi di diritto amministrativo con particolare riferimento ai diritti e ai doveri dei pubblici dipendenti e alla normativa in materia trasparenza e prevenzione della corruzione;
  • informatica, con particolare riferimento all’utilizzo del personal computer e dei software più diffusi, anche mediante una verifica pratica.
  • lingua inglese.

Per accedere alla prova orale sarà necessario ottenere il punteggio minimo di 21/30 in ognuna delle prove scritte. L’esame orale si considererà superato con una votazione di almeno 21/30.

Concorso Ministero Salute: distribuzione dei posti

I 91 posti sono stati distribuiti nella seguente maniera: in Liguria 15 posti, 10 posizioni aperte per la Campania. In Lombardia, Veneto, Emilia – Romagna, Lazio sono invece disponibili 8 posti, 7 posti per la Toscana e 6 per il Friuli-Venezia Giulia. 5 sono invece le posizioni disponibile per le regioni Puglia e Calabria, mentre 4 posizioni sono per le Marche. Infine, in Sicilia sono disponibili 3 posti e 2 posti per entrambe le regioni Piemonte e Sardegna.

Concorso Ministero Salute: domande

Il termine ultimo della presentazione delle domande è previsto per le ore 12:00 del 5 marzo 2020. Le domande vanno presentate tramite l’applicazione online del Ministero della Salute. Per inviare la documentazione è necessario il possesso di un indirizzo PEC attivo. Per informazioni più dettagliate si consiglia di consultare il bando del concorso.

 Il bando del concorso