Musica

Tripudio di “Scintille” per Gazzelle: il racconto del concerto di Catania

Tante scintille venerdì sera per il concerto di Gazzelle a Catania: di seguito il racconto del concerto che si è tenuto a PalaCatania.

Ha fatto scintille Gazzelle, il cantautore romano che si è esibito venerdì 24 gennaio presso il PalaCatania. L’artista sta girando tutta Italia, proponendo molti dei suoi successi attraverso il “Post Punk tour”.

Il concerto si è aperto poco dopo le 21, quando Gazzelle è salito sul palco ed ha cantato in un’atmosfera surreale, illuminata da una lieve luce bianca: la prima canzone proposta è proprio “Scintille”, brano dell’album “Punk” del 2018 valorizzato solo attraverso il suono della chitarra e della voce.  Un’apertura che ha fatto impazzire i fan e che ha anticipato “Non c’è niente” e “OMG”. Quando l’aria era già elettrica e il pubblico si era riscaldato abbastanza, Gazzelle ha invitato tutti a scatenarsi con lui con “Meglio così”, per poi continuare con “Sbatti” e “Nmrpm”.

Gazzelle non è stato di molte parole, ma ha saputo sicuramente giocare con i suoi fan, annunciando canzoni per poi esibirsi in altre. Ecco che quando il pubblico pensava già che avrebbe cantato “Stavi male pure prima” da “Smppp”, Gazzelle ha sorpreso ancora per dare spazio a un tormentone: “Nero”, tratto dall’omonimo album del 2017.

Da lì è tutta una carrellata di motivi noti e meno noti: si parte con “Settembre”, per poi passare a “Sayonara” e a “Stelle filanti/Greta/Martelli/ Meltinpot”. Ma il concerto non può continuare senza la canzone che ha accompagnato tutta l’estate 2019: tocca a “Polynesia”. Si continua ancora sulle note di “Zucchero filato”, “Vita paranoia”, “Sopra”.

Sono già stati cantati diversi successi, quando Gazzelle ha deciso di condividere una parte di sé raccontando al pubblico un episodio familiare: la madre ama la canzone “Coprimi le spalle”, un singolo scritto molti anni prima e poi inserito nell’album del 2018 proprio in suo onore. Si è cantato e poi si ballato senza sosta con “Una canzone che non so”, “Punk”, “Non sei tu”. Quasi arrivati alla fine, Gazzelle ha deciso di uscire prima del tradizionale encore, che si è chiuso con “Quella te” e “Tutta la vita”.

Il cantante non ha ancora finito il suo tour, restano ancora diverse tappe. Il 28 gennaio si esibirà nella sua Roma,  al Palazzo dello Sport, dove si è registrato già sold out e dove chiuderà il suo tour con una seconda data, dopo ave raggiunto anche Bari e Napoli.