Catania

Il messaggio di Pogliese a Catania per il 2020: “Ciascuno deve fare la sua parte”

Il primo cittadino augura un prospero 2020 agli abitanti di Catania, ricordando quanto fatto e sottolineando l'importanza di ognuno di loro nel progresso della città.

In vista del nuovo anno, il sindaco di Catania Salvo Pogliese ha voluto rivolgere i suoi auguri alla cittadinanza facendo un riepilogo di quanto è stato fatto nel 2019 e degli obiettivi da perseguire per migliorare le condizioni del capoluogo etneo.

“Il 2019 è stato un anno travagliato – così esordisce il primo cittadino – pieno di difficoltà e di questioni vitali per il futuro della nostra città, che andavano affrontate. Lo abbiamo fatto, ciascuno per il nostro ruolo e la nostra responsabilità, mettendoci al servizio dell’idea di Catania che abbiamo in testa e che vogliamo consegnare ai nostri figli.

Una città che non ripeta più gli errori del passato, che sappia fare buon uso delle risorse e delle finanze, che garantisca ai propri cittadini uno standard di servizi al livello delle grandi città europee; che sia amica e non nemica di chi vuole investire.

Lo abbiamo fatto, intanto, mettendoci alle spalle il fantasma del dissesto: l’accordo con il governo nazionale da un lato, e l’adozione del bilancio riequilibrato dall’ altro, consentiranno una gestione più sana, più efficiente, senza dover fare macelleria sociale. Anzi: quando abbiamo potuto abbiamo investito nei servizi, aprendo nuovi asili nido anche nei quartieri periferici e potenziando l’ Amt con l’assunzione di 40 nuovi autisti che andranno a guidare un parco mezzi quasi interamente rinnovato.

Abbiamo posto le basi per una gestione più moderna dei servizi di pubblica utilità (il nuovo contratto di servizio tra le società partecipate, le fusioni Amt – Sostare, Sidra-Asec), della raccolta dei rifiuti (la nuova gara d’appalto settennale è già pubblicata), e della gestione del territorio ( le linee guida del nuovo Prg sono state approvate dal consiglio comunale).

Abbiamo lavorato sulla burocrazia (con il procedimento agevolato che consente di avere in 24 ore una licenza edilizia o una concessione di suolo pubblico), sulla promozione turistica della città (la delibera sul turismo sportivo è diventata punto di riferimento in tutta Italia; gli accordi con Expedia e Airbnb), sui grandi eventi (riportando sia i grandi concerti che i grandi eventi sportivi a Catania).

Potrei continuare. Ma voglio parlare delle tante cose che dobbiamo fare. Catania è una città che ha bisogno di recuperare sicurezza, ordine, rispetto delle regole e della disciplina. Pur nella cronica carenza di vigili urbani, cercheremo di potenziare il servizio di controllo del territorio. Ma serve uno scatto d’orgoglio da parte di tutti, perché i maleducati, gli incivili, i violenti vanno isolati.

Possiamo guardare con fiducia al 2020 che sta per arrivare. A condizione che ciascuno di noi faccia la sua parte e dedichi le energie migliori al progresso dello straordinario posto che abbiamo avuto la fortuna di poter vivere. Buon anno a tutti.”