Altro

Concorso scuola ordinario: le ultime novità al riguardo

concorso scuola
Tramite il concorso scuola ordinario verranno banditi circa 24mila posti per gli insegnanti della scuola secondaria. Le ultime novità al riguardo.

Concorso scuola ordinario 2020

Di recente, il ministro per l’Istruzione Lorenzo Fioramonti e le principali sigle sindacali hanno siglato il verbale di conciliazione. Quest’ultimo stabilisce che il concorso scuola ordinario, coincidente probabilmente con quello straordinario, debba essere pubblicato entro inizio febbraio 2020. Si tratta di una notizia particolarmente importante per tutto il mondo della scuola. Infatti, tramite questo concorso, che si attendeva da tempo, circa 24mila insegnanti potranno trovare lavoro. Inoltre, altri 24mila potranno ottenere il posto di ruolo tramite il concorso scuola straordinario, per un totale di quasi 50mila docenti.

Concorso scuola ordinario: i requisiti d’accesso

Come tutti i concorsi pubblici, anche il concorso scuola ordinario ha dei requisiti d’accesso da soddisfare prima di partecipare. Innanzitutto, è bene tenere a mente che si potrà fare domanda per una sola regione e una sola classe di concorso. Al concorso docenti della scuola secondaria potranno partecipare tutti i candidati in possesso della laurea, anche senza abilitazione. Infatti, per quest’ultimi basterà come requisito i 24 Cfu in materie antropo-psico-pedagogiche e tecnologie didattiche. Il titolo di studio per accedere alla classe di concorso di interesse (laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato) è altresì necessario.

In aggiunta alla classe di concorso, i candidati potranno partecipare anche ai posti banditi per il sostegno, laddove in possesso della specializzazione. Gli insegnanti tecnico-pratici (ITP) dovranno dimostrare di avere il solo diploma.

Il concorso scuola ordinario, dunque, sembra un’ottima occasione per quanti, laureatisi di recente e senza molta esperienza, desiderano immettersi sin da subito nel mondo dell’insegnamento. Tuttavia, è prevedibile che la competizione sarà agguerrita e sarà necessario prepararsi al meglio per le prove.

Concorso scuola ordinario: le prove

A differenza del concorso scuola straordinario, non si conoscono ancora i dettagli sul concorso scuola. Tuttavia, il 7 gennaio sindacati e ministero per l’Istruzione si incontreranno di nuovo per parlare dello svolgimento dei concorsi e allora si saprà di più. Nel frattempo, è più che probabile che il bando del concorso scuola ordinario preveda una prova selettiva computer based. A essa seguirà una prova scritta e successivamente una prova orale. Infine, i candidati entreranno in una graduatoria di merito che terrà conto anche dei titoli di studio e degli eventuali anni di servizio.

Una procedura così descritta durerà inevitabilmente molto tempo, specie per la compilazione della graduatoria. Le procedure probabilmente si protrarranno oltre settembre, non arrivando in tempo per l’inizio dell’a.s. 2020/2021. Quindi, è probabile che i vincitori entreranno in ruolo solo a partire dal 2021.

 Concorso docenti per quasi 50mila posti: requisiti e prove

 Concorso scuola straordinario: requisiti e prove

Rimani aggiornato