Catania

Iniziano riparazioni al Fortino, Pogliese: “Presto sistema di sorveglianza”

Iniziati i lavori di riparazione dei locali di Porta Ferdinandea danneggiati tra la notte di lunedì e martedì. Il sindaco Pogliese promette presto l'installazione di un sistema di videosorveglianza per fermare gli atti vandalici.

Durante la giornata di ieri i locali di Porta Ferdinandea, come tristemente noto, sono stati danneggiati da vandali ignoti. Ancora una volta tocca alle casse comunali, e quindi, di riflesso, alle tasse pagate da tutti i cittadini, sostenere le spese extra di riparazione dei locali danneggiati. I lavori, come promesso ieri dal sindaco Salvo Pogliese e come annunciato oggi stesso, sono da poco iniziati.

Così è intervenuto il primo cittadino tramite il suo profilo Facebook:

“Come promesso, già questa mattina, il personale del Comune ha iniziato i lavori di ripulitura e recupero dei locali della Porta Ferdinandea gravemente danneggiati, nella notte tra lunedì e martedì, dall’atto delinquenziale di un gruppo di incivili senza alcun amore per Catania.

In una decina di giorni di lavoro potenzieremo l’illuminazione e restituiremo ai catanesi i locali ripuliti e riqualificati. Ma non solo, per aumentare la sicurezza della zona, e scongiurare che azioni del genere possano ripetersi, nei prossimi mesi installeremo delle telecamere di sorveglianza per controllare l’intero perimetro del “Fortino”.

Non ci rassegneremo mai ad atti del genere e faremo di tutto per proteggere Catania e i catanesi dagli incivili”.

Con le recenti misure di sicurezza prese dall’amministrazione comunale, l’unico augurio possibile è che il deterrente funzioni e che non si ripetano più gli atti vandalici contro un patrimonio artistico e architettonico molto amato dai catanesi. Negli ultimi anni, infatti, il Fortino è stato già danneggiato più di una volta, e più di una volta si è proceduto a riparazioni. Un braccio di ferro tra inciviltà e amministrazione che non può più continuare.