Lavoro, stage ed opportunità

Ministero del Lavoro e Inail: 1514 posti per funzionari e ispettori

È stato pubblicato un bando di concorso per ricoprire oltre 1.500 posti in diverse posizioni al Ministero del lavoro, all'Istituto per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro e all'Ispettorato del lavoro.

Il Ministero del Lavoro, l’Inail e l’Ispettorato del lavoro sono alla ricerca di persone da impiegare e hanno bandito un concorso che mira all’assunzione di oltre 1.500 impiegati che ricopriranno diversi ruoli. Ecco tutte le informazioni riguardo a requisiti, prove e scadenze.

Suddivisione dei posti

Gli oltre 1.500 posti sono divisi per categoria: 823 per i funzionari e 691 per gli ispettori del lavoro. Degli oltre 800 per i funzionari, 635 sono dedicati all’ambito amministrativo per l’Istituto Nazionale per gli Infortuni sul Lavoro, 131 all’Ispettorato nazionale del lavoro e 57 per il Ministero del lavoro. Invece, per quanto riguarda gli ispettori, 64 posti tra quelli banditi sono riservati al personale di ruolo.

L’assunzione del personale prevede la stipula di un contratto a tempo indeterminato.

Requisiti

Oltre ai requisiti generali che prevedono per esempio il possesso della cittadinanza italiana, il godimento dei diritti civili e politici, non avere condanne penali e essere parte dell’elettorato attivo, vengono richiesti dei titoli per poter aspirare al posto bandito.

Per i funzionari si rende necessaria una laurea magistrale, specialistica o un Diploma di Laurea in Giurisprudenza, Scienze politiche o Scienze delle Pubbliche amministrazioni e titoli equipollenti.

Allo stesso modo, per gli ispettori del lavoro è requisito necessario una laurea magistrale, specialistica o Diploma di Laurea in Giurisprudenza o equipollenti.

Prove

Il concorso si articolerà in tre parti: una prova preselettiva, una parte scritta e una orale. La prima parte vedrà il candidato affrontare 60 domande a risposta multipla di tipologia attitudinale e di diritto costituzionale e amministrativo. Lo scritto si concentrerà su diritto e scienze delle finanze ma varierà a seconda dei profili professionali per ci si concorre.

Infine, la prova orale verterà su un colloquio che affronterà diversi temi tra quelli della prova scritta. Saranno inoltre valutati i titoli del candidato e le sue conoscenze informatiche e di inglese.

Domanda e scadenza

La domanda si presenta per via telematica sul sito Ripam per mezzo del modulo Step-one 2019 entro l’11 ottobre. Pena l’esclusione dal concorso, per partecipare è necessario pagare un contributo di 10 euro i cui estremi andranno specificati all’interno della domanda.