Università di Catania

UNICT – Iscrizione: come fare con il nuovo Portale Smart Edu

Portale Studenti Università di Catania
Non manca molto alla scadenza per iscriversi al nuovo anno accademico: si tratterà della prima volta con il nuovo Portale Studenti introdotto lo scorso inverno. Ecco come fare per iscriversi tramite Smart Edu.

Come ogni anno a fine estate si inizia a parlare di iscrizione all’Università con le matricole che cercano informazioni per accedere a questo mondo in cui per loro è tutto nuovo. Tuttavia quest’anno le cose sono cambiate anche per gli studenti già iscritti, in quanto lo scorso inverno è stato attivato il nuovo portale studenti Smart Edu.

La procedura di iscrizione sarà quindi nuova per tutti gli studenti e questo potrebbe generare un po’ di confusione. Ecco dunque i passaggi per iscriversi al nuovo anno accademico tramite Smart Edu per coloro che sono già iscritti all’Università:

  1. Dopo avere effettuato l’accesso al Portale, cliccare in alto su “Test d’ingresso, partecipazione, bandi, immatricolazione e iscrizione”;
  2. Successivamente cliccare su “Corsi di studio”;
  3. Infine andare nella parte di “Rinnovo dell’iscrizione”.

A questo punto sarà possibile accedere ad una schermata in cui si dovrà confermare o modificare l’ISEE e l’ultimo passo per completare l’iscrizione sarà il pagamento del contributo iniziale di 156 euro. La scadenza per gli studenti che devono iscriversi ad anni successivi al primo e sono già immatricolati è fissata per il 10 Ottobre 2019.

I passaggi non sembrano affatto complicati e si spera che la novità non comporti complicazioni agli studenti. Nel primo periodo di impiego, il Portale ha infatti manifestato una serie di problemi che hanno esasperato gli studenti in sessione. Tuttavia, non tutto sembra essere risolto: è recente la lamentela di uno studente che non riesce a prenotarsi agli esami ma ne sanno qualcosa anche i laureandi di luglio, i quali hanno avuto problemi con il Portale proprio a ridosso del caricamento della tesi.

UNICT – Calo nei servizi digitali e nella comunicazione: colpa del nuovo portale studenti?

Rimani aggiornato