Università di Catania

TFA sostegno Catania: come si svolge la prova d’ammissione

Tfa sostegno Catania: ecco le modalità e composizione della prova per i candidati dell'ateneo catanese.

Tfa sostegno a Catania: manca pochissimo alle prove per la selezione dei candidati. All’articolo 5 del bando di selezione – indetto dall’Università di Catania – per accedere ai percorsi formativi necessari per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità vengono spiegate le procedure e l’articolazione della prova che i candidati sosterranno. Le prove preliminari si svolgeranno la prossima settimana: per le altre – scritta ed orale – bisognerà aspettare le successive pubblicazioni sul sito d’ateneo.

Oltre gli esami previsti, la selezione per i corsi di specializzazione del Tfa sostegno si baserà su titoli  e crediti posseduti dai candidati. Stando all’articolo in questione, vi sarà una prova d’accesso, articolata in tre sezioni, cui si aggiungerà un massimo di 10 punti per valutare i titoli dei candidati. Obiettivo della prova è la valutazione delle capacità linguistiche ed argomentative dei candidati, insieme a specifiche competenze tecniche diversificate in base al grado di scuola, competenze su empatia ed intelligenza emotiva, creatività e pensiero divergente ed infine competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche.

Oltre al test preliminare, per accedere alla specializzazione per il Tfa sostegno sono previste una prova scritta ed una prova orale. Tutte le prove vengono valutate in trentesimi ed il punteggio massimo ottenibile dalla somma di esse è quindi 90/100: a ciò verrà aggiunto un massimo di 10 punti in relazione ai titoli posseduti. Competenze linguistiche ed argomentative saranno oggetto della verifica del test preliminare, mentre nello scritto  si valuteranno principalmente competenze socio psico-pedagogiche in relazione ai quattro gradi di scuola, come spiegato sopra. Nella prova orale, inoltre, verranno aggiunte questioni motivazionali, oltre a possibili domande di approfondimento in relazione a quanto proposto negli scritti.

Per gli interessati al Tfa sostegno, stando al bando d’ateneo, il test preliminare prevederà 60 quesiti con risposta opzionale a scelta multipla, di cui ovviamente se ne dovrà scegliere una. Saranno circa 20 – pari ad un terzo del test – le domande atte a valutare le capacità di comprensione del testo e di uso della lingua italiana. La durata della prova preliminare sarà di due ore, mentre per ogni risposta corretta saranno assegnati 0,5 punti (0 in caso di risposta non presente o errata). Questa prova si svolgerà tra 15 e 16 aprile, in base a disposizioni MIUR, sulla base di questo calendario:

– 15 aprile 2019, ore 08.00 Scuola dell’infanzia;
– 15 aprile 2019, ore 14.30 Scuola primaria.

– 16 aprile 2019, ore 08.00 Scuola secondaria di I grado;
– 16 aprile 2019, ore 15.00 Scuola secondaria di II grado;

Per la sede di svolgimento, si aspetta l’avviso alla voce Bandi e Concorsi > Formazione post laurea > Formazione insegnanti, accessibile sul sito UNICT.

Con apposito comma, l’articolo in questione specifica che “è ammesso alla prova scritta un numero di candidati pari al doppio dei posti disponibili per gli accessi per ogni ordine di scuola. Sono altresì ammessi alla prova scritta coloro che, all’esito del test preliminare, abbiano conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo degli ammessi”.  Sarà poi pubblicato, con apposito avviso, l’elenco degli ammessi alla prova scritta, attraverso suddivisione per ordini e grado di scuola: anche in questo caso la sezione da consultare è quella precedentemente indicata. Sempre nella stessa, inoltre, sarà poi pubblicato il calendario degli scritti per accedere al Tfa sostegno, entro 10 giorni dalla pubblicazione dei risultati della prova preliminare. 

La prova scritta non prevede invece domande a risposta chiusa e valuterà le competenze dei candidati di carattere tecnico e di ambito socio psico-pedagogico: in questo caso è previsto l’annullamento dell’esame qualora sullo scritto vi siano segni – come la firma – che riconducano all’identità del candidato. Requisito fondamentale per accedere all’orale sarà il conseguimento su un punteggio minimo di 21/30 nello scritto. Alla voce dedicata del sito UNICT sarà poi notificato, sempre con specifico avviso, l’elenco degli ammessi alla prova orale, che comunque si terrà solo dopo il settimo giorno successivo alla pubblicazione dell’elenco.

La prova orale, conclusiva per l’ammissione ai corsi in questione, si svolgerà davanti alla Commissione giudicatrice e verterà sul medesimo tema affrontato negli scritti (competenze tecniche). Il punteggio minimo da conseguire per il superamento della medesimo è anche in questo caso di 21/30.

Infine tutte le informazioni relative ai programmi su cui si baserà la prova possono essere reperite alle specificazioni presenti nell’Allegato C al D.M. 30 settembre 2011.

Leggi anche:TFA sostegno 2019: date e modalità delle prove a Catania

UNICT – TFA Sostegno: pubblicate le sedi per i test preliminari

UNICT – Tfa sostegno, pubblicato bando d’ammissione in soprannumero