Catania

Catania, car sharing vandalico: un’altra enjoy danneggiata [FOTO]

Ancora una Fiat 500 vandalizzata: è quello che è successo a un'utilitaria del servizio Enjoy in zona Cibali.

Continua senza sosta l’ondata di furti e deturpamenti delle piccole utilitarie del car sharing. Per l’ennesima volta, infatti, è stata danneggiata una Fiat 500 e privata di alcuni componenti.

L’ultimo ritrovamento è avvenuto nel quartiere Cibali, nei pressi del Parco Gandhi. Per la precisione, la classica rossa è stata trovata vandalizzata all’incrocio tra via Varese e via Santa Sofia.

Le malcapitate auto vengono letteralmente smontate al fine di rubare pezzi da rivendere. Non è la prima volta che a Catania le auto Enjoy vengono danneggiate da malintenzionati: un fatto simile era accaduto mesi fa, quando una delle Fiat 500 era stata ritrovata in via Ingrassia ridotta in pessime condizioni. Anche a Librino stesso problema e stesse modalità d’azione da parte dei malviventi. Ultimi, ma non meno importanti, i ritrovamenti avvenuti tra il mese di ottobre e novembre in zona Barriera.

Forse migliorare i controlli di sicurezza sulle auto Enjoy parcheggiate potrebbe evitare il ripetersi di eventi simili. Sempre che non sia troppo tardi ed Enjoy non decida, dopo l’ennesimo deturpamento, di estirpare il male alla radice abbandonando Catania. La compagnia, infatti, già l’anno scorso dopo aver ritirato i mezzi a due ruote, a partire dal 20 luglio ha ristretto il campo della sua area di copertura. Una scelta, l’ultima, il cui scopo “sulla carta” è quello di aumentare la disponibilità di veicoli nelle zone in cui risultano maggiormente richiesti dagli utenti, ma che allo stesso tempo allontana le utilitarie da quelle che, purtroppo, vengono considerate zone a rischio dagli stessi abitanti.

Catania non è l’unica città colpita da questi fenomeni: anche grandi centri come Roma e Milano riscontrano i medesimi problemi (nella capitale col bike sharing, alcune bici sono finite addirittura nel Tevere), ma ciò non rappresenta di certo un alibi per questi gesti che meritano solamente la condanna.

La speranza è che le auto rosse continuino a circolare nella città del Liotru, anche perché il servizio è tra i più usati dagli studenti, soprattutto i fuorisede, per raggiungere zone ed eventi altrimenti irraggiungibili. Un servizio che per colpa di pochi, non può e non deve scomparire dalle strade catanesi.


Leggi anche: Catania, auto Enjoy ritrovata in acqua a Ognina [FOTO]

Edward Agrippino Margarone

Edward Agrippino Margarone nasce a Caltagirone il 13 Giugno 1990. Cresce a Mineo dove due grandi passioni, Sport e Musica, cominciano a stregarlo. Il suo nome è sinonimo di concerto tanto che se andate ad un live, probabilmente, è lì da qualche parte. Suona il basso ed è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni.