Attualità

Novembre è il mese delle stelle cadenti: arriva lo sciame di Leonidi

Tanti gli appuntamenti per gli amanti dell'astronomia o per gli ammiratori del cielo stellato: a novembre appuntamento con le Leonidi, le stelle cadenti autunnali.

Nonostante le recenti condizioni metereologiche ne impediscano la vista, il cielo di ottobre – ed ancor più quello di novembre, astronomicamente parlando — dovrebbero riservare belle sorprese per tutti gli appassionati del settore, ad iniziare dall’ormai celebre “Asteroide di Halloween”. Si tratta, scientificamente, del 2015 TB 145, che i media di tutto il mondo ribattezzarono in questo modo poiché si avvicinò alla terra il 30 ottobre 2015, data nella quale venne intercettato e segnalato da astrofili di tutto il mondo.

L’asteroide in questione dovrebbe collocarsi nuovamente a distanza minima dalla Terra il prossimo 12 novembre ma ciò non incute alcun timore, poiché si tratta pur sempre di distanze astronomiche, dell’ordine cioè di quasi 40 milioni di chilometri. Tempo permettendo, il cielo di metà mese dovrebbe invece essere caratterizzato dalle Leonidi, per alcuni le stelle cadenti d’autunno, visibili solo dopo la mezzanotte ed orientativamente nel periodo tra il 17 ed il 19 novembre, con modalità molto simili a quelle tradizionalmente estive di San Lorenzo.

Gli esperti fanno sapere inoltre che diversi pianeti potrebbero risultare visibili durante i crepuscoli novembrini: al mattino spiccherà sicuramente, poco prima dell’alba, Venere, solitamente tra gli astri più luminosi alle prime ore del giorno. Resiste alla visibilità anche Marte, in questa fase osservabile nel transito tra le costellazioni del Capricorno e dell’Acquario, mentre Giove, il “gigante gassoso”, si troverà in congiunzione con il Sole verso la fine del mese.

Infine, nonostante, il clima sia già pressoché autunnale, il cielo dovrebbe ancora assumere una veste estiva, al punto da permettere di individuare stelle particolarmente lucenti, ovviamente in assenza di nubi. Tra queste ultime, gli appassionati annoverano sicuramente quelle del Triangolo Estivo (Deneb, Vega, Altair) divise in tre differenti costellazioni.