News

Addio bagaglio a mano gratis: Ryanair cambia ancora le politiche d’imbarco

La famosa compagnia aerea low cost irlandese Ryanair ha annunciato ancora una volta significativi cambi nelle politiche di imbarco bagagli per i suoi passeggeri. A essere colpito stavolta è il secondo bagaglio a mano, che da novembre sarà a pagamento.

Quella che finora sembrava una regola non scritta del viaggio in aereo, quasi un patto tra gentiluomini che coinvolgeva compagnia e passeggero, viene messa definitivamente in discussione dalla compagnia di voli low cost irlandese.

A partire dal 1° novembre, infatti, e per chi prenota da settembre, non sarà più possibile portare il proprio bagaglio a mano gratuitamente a bordo, ma per salire con un secondo oggetto oltre a una piccola borsa personale (delle dimensioni di 35 x 20 x 20 cm) bisognerà sborsare tra 8 e 10 euro a tratta, oppure acquistare l’imbarco prioritario (di 6 euro) che consente – come oggi – di salire in sicurezza con entrambi gli effetti personali.

La novità si inserisce nella serie di modifiche che da inizio anno riguardano le policies della compagnia. Da gennaio, infatti, la politica di imbarco bagagli consentiva di imbarcare in stiva a costo zero il trolley, o in alternativa, per chi acquistava la formula “Priorità e due bagagli a mano”, in cappelliera, una volta superata la prova del misuratore al gate d’imbarco. E ancora, un’ulteriore novità si è avuta a partire dal 13 giugno, quando sono stati dimezzati i tempi per effettuare il check-in, da quattro a due giorni prima.

Tuttavia, come affermato in precedenza, le regole dal primo novembre cambiano. La compagnia dichiara che le impopolari modifiche si sono rese necessarie per diminuire il numero di ritardi causati dall’elevata quantità di bagagli portati a bordo dai passeggeri; ma, allo stesso tempo, specifica che la maggior parte dei suoi passeggeri non verranno toccati dalla rivoluzione del bagaglio a mano.

Infatti, da Dublino aggiungono che già il 30% dei passeggeri viaggia con un bagaglio a mano, mentre un ulteriore 30% utilizza la soluzione dell’imbarco prioritario. Restano comunque esclusi da questo calcolo il 40% dei passeggeri; una cifra non da poco, se si considera che le dirette concorrenti di Ryanair, come easy jet, Norwegian Air e Wizz Air, consentono l’imbarco di una valigia di medie dimensioni a bordo.

Per questo, tiene a specificare la compagnia, questo cambio non porterà alcun ricavo aggiuntivo, in quanto le nuove tariffazioni sono significativamente più convenienti del sistema attualmente in vigore.