Cronaca

In arrivo 900 migranti a Catania, Salvini: “Non devono sbarcare tutti in Italia”

Il Porto di Catania si prepara per l'arrivo della nave Diciotti con a bordo 900 migranti soccorsi durante sette interventi di soccorso.

Al Porto di Catania arrivera la nave Diciotti, della Guardia Costiera, con a bordo 900 migranti recuperati da sette diversi interventi di soccorso. I migranti erano a bordo di 5 gommoni, un’imbarcazione di piccole dimensioni e un barcone, e putroppo ci sono almeno due cadaveri.

La nava Aquarius, invece, che per due giorni ha navigato nel Mediterraneo con 629 persone a bordo senza ricevere soccorso verrà accolta dalla Spagna perché: “È nostro obbligo aiutare ad evitare una catastrofe umanitaria – annuncia il primo ministro Pedro Sanchez – e offrire un porto sicuro a queste persone”.

La decisione da parte della Spagna arriva dopo i vari no dei paesi della Comunità Europea, primo fra tutti Malta che ha risposto negatavimente alla richiesta dell’Italia di accogliere dell’ong Sos Mediterranee, dopo la decisione di Salvini di non consentire lo sbarco nel nostro territorio. Sulla nave è presente il personale di Medici senza frontiere per dare primo soccorso ai migranti, tra i quali vi sono 123 minorenni non accompagnati, 11 bambini e 7 donne incinte.

Il governo Lega-M5s ha lasciato intendere che in futuro si darà accoglienza, solo, ai migranti soccorsi da navi italiane, militari e mercantili. La situazione dell’Aquarius potrebbe ripresentarsi ogni qual volta il soccorso è prestato da organizzazioni non governative, difatti al momento alla Sea Watch 3 è stato dato l’avvertimento di non avvicinarsi alle coste italiane se ha a bordo migranti. Perché secondo il Ministro dell’Interno, Salvini: “Non devono sbarcare tutti e sempre in Italia – e ancora – dire no e alzare la voce paga”.

 

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.