Catania

Catania, in circonvallazione il “murale della legalità” realizzato dagli studenti dell’Emilio Greco [VIDEO]

La "Tela urbana" di ben 26 metri per nove è stata dipinta dagli allievi del Liceo Artistico grazie a un progetto di alternanza scuola-lavoro.

“Un muro grigio di cemento armato è stato trasformato in una ‘Tela urbana’ ricca di colore e di vita che inneggia alla legalità”. Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco nel presentare alla città, con l’assessore Nuccio Lombardo, il murale di ben 26 metri per nove realizzato dal Liceo Artistico Emilio Greco lungo la circonvallazione all’altezza del sottopasso di Ognina, proprio di fronte a quello dedicato a Giuseppe Impastato.
L’idea è partita dall’Agenzia Giovani del Comune di Catania nell’ambito del piano “Tele urbane” e il Comune ha contattato il Liceo per coinvolgerlo in un progetto di alternanza scuola-lavoro per la realizzazione il murale.
Bianco ha detto di considerare positivo che la “Tela urbana” sia stata realizzata nell’ambito di un progetto di Alternanza scuola lavoro.
“Si è quindi passati – ha detto il Sindaco – da una apprendimento di tipo teorico a un lavoro concreto, fatto per strada, visibile a tutti e in un luogo che assume particolare valore simbolico. Ecco perché Catania è grata a questi ragazzi per quello che hanno saputo realizzare”.
A portare a compimento il progetto, messo a punto dal preside dell’Emilio Greco Antonio Massimino con la responsabile dell’Agenzia Giovani del Comune, Margherita Oliva,  sono stati tredici allievi del Liceo sotto la guida degli insegnanti Sara Maricchiolo, Roberto Mannino e Orazio Ardini e del tutor Angelo Battiato.
A realizzare materialmente la “Tela urbana” con i colori forniti dal Comune – che si è occupato anche di fornire transenne e copertura da parte della Polizia municipale durante i lavori – sono stati Lory Barbaro, Federica Bellia, Alessio Coppolino, Giorgia Cucchiara, Carmelo D’Angelo, Elisa Faro, Alice Ficarra, Katia Papale, Antonella Romeo, Sofia Russo, Emanuele Santoro, Celine Sonnini ed Elia Tudisco.

Rimani aggiornato