Lavoro, stage ed opportunità

I concorsi del 2018: previste 8000 assunzioni

I decreti dei ministri Madia e Padoan hanno autorizzato l'assunzione di 8000 dipendenti pubblici per il biennio 2018-2019. Le assunzioni, che seguiranno lo svolgimento dei concorsi, saranno suddivise in due trance e differenti aree di servizio. Sarebbero i primi segnali del cambiamento di rotta segnato dalla riforma sulla modalità di selezione tramite i concorsi pubblici, che per il governo saranno così più frequenti, semplificati e trasparenti.

La riforma dei concorsi pubblici decretata dai ministri Madia e Padoan darà i primi frutti proprio nell’anno appena iniziato. Il 2018 sembra essere l’anno dei concorsi pubblici, con ben 8000 assunzioni previste. Una grande operazione di rinnovo della governance amministrativa e burocratica che darà maggiori opportunità di lavoro ai cittadini. I decreti tramite cui si avvieranno le procedure per la concretizzazione dei concorsi pubblici aspettano la registrazione da parte della Corte dei Conti, dopo di che diveterrano ufficiali e per quel tempo sarà meglio farsi trovare pronti a superare le prove.

A livello nazionale, secondo i decreti firmati dalla ministro della Pubblica Amministrazione e dal ministro dell’Economia, sono differenti i concorsi pubblici che si svolgeranno nel corso del 2018.

Arma dei Carabinieri. Si prevede l’assunzione di 2,033 unità, tramite concorso pr titoli ed esami. Per il personale civile, potranno partecipare candidati di età compresa tra i 18 e i 26 anni (non compiuti), tranne nel caso in cui abbiano svolto il servizio militare. Eccezione che spinge il limite di età a 28 anni (non compiuti). Per partecipare al concorso sarà necessario ave conseguito il diploma di Maturità. Da notare che non è più fondamentale l’anno di VFP, infatti una quota dei posti sarà riservata ai civili. Salvo dettagli che saranno messi in luce nel bando, quando questo sarà pubblicato, lo svolgimento del concorso dovrebbe consistere nella risoluzione di 100 quesiti a risposta multipla di cultura generale e logico deduttivi. Chi passerà questa fase, sarà chiamato ad affrontare lo step successivo, ovvero le prove di efficienza fisica. I candidati che risulteranno idonei saranno sottoposti agli accertamenti sanitari per la verifica dell’idoneità psico-fisica che comprendono test collettivi e individuali, il colloquio con lo psichiatra e le visite mediche. Comprovata l’idoneità sono previsti gli accertamenti attitudinali, attraverso colloquio con lo psicologo.

Polizia di Stato. Prevista l’assunzione di 1.032 unità. L’apertura delle candidature per partecipare a questo concorso per titoli ed esami non è stata ancora ufficializzata e bisognerà aspettare l’uscia del bando per avere accertamenti su quste scadenze. Al conocorso potrannopartecipare tutti i VFP1 e i VFP4 in Congedo, tutti i VFP1 in servizio da almeno 7 mesi e i VFP4 in servizio che non abbiano presentato domanda di partecipazione ad analoghi concorsi banditi da altre Amministrazioni e abbiano un’età compresa tra i 18 e i 30 anni non compiuti, un limite di età che vale per tutti i cittadini e le cittadine italiane che desiderano partecipare al concorso. Per il requisito dell’età è probabile un abbassamento a 26 anni.

Guardia di Finanza. I decreti in attesa di ufficializazione da parte della Corte dei Conti parlano di 619 posti messi a concorso per ottenere il ruolo di finanziere. In attesa dell’uscita del bando con tutte le specifiche su scadenze, requisiti e modalità di svolgiemnto del concorso, le uniche certezze riguardano le caratteristiche generali dei candidati. Si presume che potranno candidarsi aspiranti con età compresa tra i 18 e i 26 anni (non compiuti).

Vigili del Fuoco. In attesa dell’uscita del bando per i concorsi del 2018, tramite i decreti proposti dai ministeri adetti, si legge che saranno circa 375 i posti da colmare all’interno dell’organico dei Vigili del Fuoco. Ulteriori informazioni su requisiti, scadenze e svolgimento delle prove verranno confermate tramite l’uscita del bando.

Agenzia delle Entrate. Previste 236 assunzioni presso l’Agenzia delle Entrate. Il concorso dovrebbe essere bandito in questi primi mesi del 2018. Tra i requisiti di partecipazione sarà imprescindibile il possesso di una laurea triennale o specialistica in giurisprudenza, scienze politiche o economia. Il concorso si suddividerà in due prove scritte, a cui seguirà un tirocinio retribuito ed infine, una prova orale. Probabile che il bando per il concorso del 2018 seguirà le linee osservate nel concorso del 2015. Se così fosse la prima prova scrtta  verterà su test di logica, la seconda prova scritta mirerà alla risoluzione di quesiti inerenti materie giuridiche ed economiche. Se verranno seguite le linee dell’ultimo concorso, probabile anche un test che accerti le abilità informatiche dei candidati e la conoscenza di una lingua straniera.

Volontari VFP1 – Esercito Italiano. Disponibili 8000 posti di volontari in ferma prefissata di un anno nell’Esercito Italiano. Possono partecipare tutti i cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 25 anni, che godono a pieno dei diritti civili e politici e in possesso della licenza media. Dopo l’accertamento dei titoli e dei requisiti, i candidati verranno sottoposti allo svolgimento di prove di efficienza fisica, seguiti dall’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale. Le domande devono essere presentate tramite l’apposito portale, entro il 24 gennaio 2018.

Assistente tecnico al Ministero della Difesa. Il Ministero della Difesa ha indetto tre concorsi pubblici per la selezione di 30 unità, da impiegare a tempo indeterminato nel ruolo di assistente tecnico da assegnare a diversi settori. Tra i requisiti è necessario essere in possesso di un diploma. Nel dettaglio, i profili ricercati sono quello di  Assistente tecnico per la motoristica, la meccanica e le armi,  Assistente tecnico per i sistemi elettrici ed elettromeccanici  e Assistente tecnico per la cartografia e la grafica. Le selezioni avverranno tramite il superamento tre prove d’esame: due prove scritte e un colloquio che comprenderà anche l’accertamento della conoscenza della lingua inglese e delle abilità nell’uso di dispositivi e applicazioni informatiche. Le domande, da presentare online, dovranno prevenire entro il 1 febbraio 2018.

Volontari VFP1 – Aeronautica militare. Disponibili 800 posti di volontari in ferma prefissata di un anno nell’Aeronautica Militare. Il bando VFP1 2018 prevede una riserva del 10% dei posti disponibili per le categorie di concorrenti previste nell’art. 702 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ed è rivolto ai giovani nati tra il giorno 11 dicembre 1992 e il 10 gennaio 2000, estremi compresi. Possono partecipare tutti i cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 25 anni, che godono a pieno dei diritti civili e politici e in possesso della licenza media. Dopo l’accertamento dei titoli e dei requisiti, i candidati verranno sottoposti allo svolgimento di prove di efficienza fisica, seguiti dall’accertamento dei requisiti di idoneità psico-fisica e attitudinale. Le domande devono essere presentate tramite l’apposito portale, entro il 10 gennaio 2018. Da precisare che 765 posti sono riservati per categorie varie che saranno assegnate dalla Forza Armata e 35 per il settore d’impiego ‘incursori’.