Economia e Impresa

UNICT – Prof. Faraci ai laureati: “Se sarete in grado di fare la differenza, potrete avvicinarvi a ciò che ambite”

In occasione del Graduation Day del 6 giugno 2017, il prof. Rosario Faraci, docente di Economia e Gestione delle Imprese e Presidente del corso di Laurea triennale in Economia Aziendale dell’Università di Catania, ha omaggiato i futuri dottori con un emozionante discorso che mette in risalto l’importanza dei valori umani e dell’amore per la conoscenza da un lato e il coraggio di perseguire i propri sogni e le proprie passioni con tenacia e speranza dall’altro. 

Sono ormai noti i discorsi di incoraggiamento del prof. Faraci che in occasione delle sedute di laurea, regala ai propri studenti e alla platea di familiari e amici. 

“Vi auguro, per il futuro, di essere sempre all’altezza delle vostre Speranze – ha esordito il docente -. Le speranze di cambiamento, le speranze di riuscita, le speranze di crescita, le speranze di ricominciare, le speranze di svolta. Al futuro non c’è alternativa, certamente. Ma non ci sono certezze da nessuna parte. Per cui bisogna avere fiducia e alimentare speranze. Questo richiede promesse. Promesse di impegno, di determinazione, di disciplina, di dedizione. Le promesse si mantengono nel senso che si tengono per mano, si accompagnano, mano nella mano, tutti i giorni. Ed è lì che la Speranza prende forma, senza alimentare facili o false aspettative. Solo se sarete in grado di fare la differenza, potrete avvicinarvi a ciò che ambite, ma siate sempre all’altezza delle Vostre speranze.”

“Il bello del futuro è questo. Non ci sono certezze, ma speranze – conclude il professore -. Ecco, perché l’augurio migliore, e lo rinnovo ancora una volta ai ragazzi, è di essere sempre nella vita all’altezza delle proprie Speranze. Non dimenticatevi mai di questi luoghi dove nel bene e nel male siete cresciuti. Siate riconoscenti nel tempo verso l’Università. Alimentate spontaneamente quel “Give Back” al quale noi docenti siamo molto affezionati quando gli ex alunni tornano in aula, anni dopo, e raccontano ai loro colleghi più piccoli come si sono formati qui e come sono andati avanti nella vita professionale e lavorativa.”

A proposito dell'autore

Serafina Adorno

Classe 1989. Dalle sabbie dorate agrigentine e dalla bianca scala dei turchi si è trasferita a Catania per intraprendere i suoi studi e iniziare a dare forma ai suoi sogni. Laureata in Lingue e letterature comparate, lavora nella comunicazione e nei Festival del cinema.

Rimani aggiornato