Cronaca

CATANIA – Marco “il danese” conferma lesioni, ma non lo stupro: interviene il suo legale

licataEra stato arrestato per violenza sessuale, lesioni aggravate e spaccio. Marco Enzo Lalicata, meglio conosciuto a Catania come “il danese”, si trova nella Casa circondariale di piazza Lanza. Sulla vicenda, è intervenuto il suo avvocato Paolo Sapuppo.

L’arresto del giovane è stato convalidato, ma è caduta l’accusa di spaccio di marijuana. Per quanto riguarda le altre accuse, il Giudice ha disposto la custodia in carcere. Marco il danese, che sembrerebbe affetto da problemi psichici, tanto da ricevere una pensione di invalidità dalla Danimarca, ha confessato le lesioni che ha causato alla compagna. Ma ha negato di averla violentata, sostenendo che sia stata lei stessa a voler riallacciare i rapporti.

Secondo l’avvocato, Marco Lalicata dovrebbe essere trasferito presso un Centro dell’Asl a causa del suo stato mentale. Lunedì, insieme al ricorso al Tribunale della Libertà , richiederà di procedere con incidente probatorio all’accertamento delle condizioni psichiche del mio assistito.