Arte Attualità Cinema e Teatro Università

UNICT – Per un mese “Porte aperte” alla musica, al teatro e al cinema

piazzauniversita

Porte aperte all’Università di Catania” , la rassegna che invita allo studio e alla bellezza delle arti è stata presentata oggi dal rettore Giacomo Pignataro durante la conferenza stampa  alla quale hanno preso parte coloro che hanno aderito all’iniziativa.

Sono gli studenti dell’Università di Catania i destinatari degli eventi che, dal 12 giugno al 12 luglio prossimi, saranno ospitati negli edifici dell’Università e che faranno parte della componente dell’estate cittadina.  

Si tratta, dunque, di un mese dedicato alla musica, al cinema e al teatro. L’evento è stato organizzato in occasione della campagna di promozione delle immatricolazioni ai corsi di studi per l’anno accademico prossimo, “Studia con noi”.

La finalità di questi incontri è trasmettere il messaggio che studiare all’Università di Catania è utile e anche “bello”, a tal proposito il rettore Giacomo Pignataro ha affermato: «Nonostante la crisi economica ed occupazionale, la sfiducia e la rassegnazione di molti dei nostri ragazzi che rinunciano a formarsi dopo il diploma, ci teniamo innanzitutto a ribadire che è importante continuare a studiare, perché la laurea è ancora preziosa per la propria crescita professionale ma soprattutto umana» , aggiungendo anche «vogliamo mostrare che è bello studiare in un grande ateneo come quello di Catania, che è sempre attento alle arti e intende divenire un punto di riferimento per chi produce cultura nel nostro territorio. Studio e arte non sono fattori né in contrapposizione, né semplicemente paralleli: secondo noi si integrano perfettamente, e vogliamo che le esperienze artistiche accompagnano il percorso di crescita degli studenti, non soltanto per fini ricreativi».

Il delegato alla Comunicazione Luciano Granozzi ha spiegato che  tutti i partecipanti, grazie ai loro eventi, avranno un ruolo importantissimo all’interno dell’evento:  «Con alcuni di questi soggetti  l’Università collabora già da tempo; con altri, ad esempio il festival Zanne, tra le rassegne rock più apprezzate in Italia, avvia oggi una sinergia che ci consentirà di raggiungere molti giovani (…) Il nostro è un modello di collaborazione realizzato con un investimento molto contenuto – ha precisato il rettore Pignataro, sottolineando anche il ruolo della Scuola Superiore di Catania -, mediante il quale i nostri partner, ai quali si deve la straordinaria vivacità del nostro territorio, diventano sponsor dell’Università di Catania, e noi, offrendo i nostri spazi e alcune strumentazioni, diventiamo sponsor e sostenitori di chi in Sicilia si impegna sul fronte delle produzioni culturali di qualità».

Durante la conferenza stampa hanno preso la parola Francesco Priolo, presidente Scuola Superiore di Catania, Giancarlo Magnano San Lio, direttore del Dipartimento di Scienze umanistiche, Lina Scalisi, coordinatore della classe delle Scienze umanistiche e sociali della Scuola Superiore di Catania, Francesco Mannino, presidente dell’Associazione Officine culturali,Giovanni Gallo, membro dell’ “Image Processing Laboratory” (Iplab) dell’Università di Catania, Renata Gambino, Associazione Ingresso Libero, Francesco Nicolosi, direttore artistico Teatro Massimo Bellini, Alessandra Li Greci, vicepresidente dell’Associazione Interculture che ha organizzato il Festival Teatri riflessi, Nicola Compagnini , ideatore di Zanne Festival, Biagio Guerrera , dell’Associazione Musicale Etnea, che ha presentato il Marranzano World Fest, Pompeo Benincasa, Catania Jazz, promotore della Jazz Marathon, Salvo Messina, Catania Lab.

Di seguito potete visionare il programma completo dettl’evento: Porte aperte – TUTTI GLI APPUNTAMENTI