Attualità News Società Tecnologia e Social

#mappiamolitutti – In arrivo un’app che mappa la mafia

Logo MafiaMaps
Logo MafiaMaps
Logo MafiaMaps

Un’applicazione che fornisca a tutti una mappatura completa del fenomeno mafioso in Italia mancava ma Wikimafia.it, l’enciclopedia digitale sul crimine organizzato, l’ha progettata e presto potrà essere scaricata al costo di 0.99 centesimi all’anno anche se le intenzioni dei promotori sono di renderla gratuita quanto prima.

È partita simbolicamente il 21 marzo – giornata della memoria e dell’impegno per ricordare le vittime di tutte le mafie – la campagna di crowdfunding per recuperare le risorse necessarie per realizzare concretamente l’applicazione e durerà fino al 23 maggio, un’ulteriore data importante in quanto quel giorno cade il 23° anniversario della strage di Capaci, quando persero a vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta. A chiunque contribuirà nella riuscita di questo progetto sarà offerto un periodo di utilizzo gratuito dell’app in proporzione al contributo offerto.

L’obiettivo che Wikimafia.it si è prefissato è di raccogliere 100mila euro, ma il progetto partirà anche se si arriverà ad una cifra più bassa. Una prima versione dell’applicazione è prevista per la primavera del 2016. La campagna è stata lanciata su Facebook, Twitter e Google+ con l’hashtag #mappiamolitutti: l’idea è quella di creare uno strumento per individuare i clan presenti sul territorio, i comuni sciolti per mafia, i beni confiscati e le inchieste in corso, i reati accertati e i luoghi dove sono stati arrestati i latitanti. E non è tutto: il progetto intende ricordare la storia de crimine organizzato, riportando la mappatura degli omicidi e delle stragi di mafia, oltre che delle famiglie mafiose non più operanti sul territorio, e soprattutto valorizzare l’azione di contrasto al crimine organizzato, con la segnalazione delle associazioni antimafia e le notifiche degli eventi organizzati dalle associazioni partner di MafiaMaps. Sono tutti buoni motivi per scaricare quest’app, non trovate?

Fonte: ilfattoquotidiano.it

 

 

Da TWITTER

Seminario permanente di studi “Le migrazioni e la città: il sapere agito” @liveunict http://www.radioradicale.it/scheda/595736/seminario-permanente-di-studi-le-migrazioni-e-la-citta-il-sapere-agito

Potremmo definire le Biblioteche riunite “la Cappella Sistina del sapere”.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Al centro del Chiostro di Levante è incastonato uno spettacolare “Caffeaos”, cioè “CoffeeHouse”, dove i monaci prendevano il caffè.
#Meraviglie #Rai1 @ComunediCatania @monasteroct @liveunict

Load More...