Altro

SICILIA IN ALLERTA METEO – Le “norme di comportamento” per contrastare il ciclone MOSIS

ombrello-pioggiaCresce la preoccupazione per il ciclone che in queste ore sta mettendo in ansia mezza Sicilia, sono di poche ore fa le dichiarazioni del presidente della Regione Rosario Crocetta che con preoccupazione dichiara a Rai News 24  “E’ molto violento e potrebbe avere conseguenze terribili sulla fascia costiera e in una parte dell’area sud-ionica della Sicilia”,  – aggiunge –   Purtroppo sta prendendo una brutta traiettoria il ciclone che dovrebbe abbattersi sulla Sicilia orientale nelle prossime ore che, dopo aver colpito Linosa, Lampedusa e Malta con piogge torrenziali e vento sino a 160 km/h, si dirige verso le coste sicule.

Attivissima la protezione civile che visto lo stato di calamità, ha appena rilasciato le norme di comportamento da applicare all’aperto e all’interno della abitazione.ù


“Le forti raffiche di vento associate a un ciclone possono provocare il sollevamento e la caduta di oggetti e strutture, anche di grandi dimensioni, e la rottura di rami, finestre e vetrine. Si possono verificare anche violente mareggiate e un rapido innalzamento del livello del mare.

Prima, durante e dopo l’evento segui le indicazioni delle autorità locali e tieniti costantemente informato attraverso internet, radio e TV.

ALL’APERTO

  • Allontanati rapidamente dalla costa verso zone più elevate e trova riparo in un edificio.
  • Se sei in auto poni particolare attenzione perché le raffiche di vento potrebbero far sbandare il veicolo. Rallenta e raggiungi il luogo sicuro più vicino – preferibilmente un edificio in muratura – evitando di sostare sotto ponti, cavalcavia, strutture e oggetti che potrebbero cadere (come lampioni, impalcature, etc.) .
  • Sono possibili anche distacchi di cavi elettrici. Se sei in auto e vieni colpito rimani all’interno del veicolo e attendi i soccorsi.
  • Limita l’uso del cellulare. Tenere libere le linee facilita i soccorsi.

IN CASA

  •  Non uscire assolutamente, neanche per mettere in sicurezza beni o veicoli.
  • Chiudi porte, finestre e imposte.
  • Riparati nella stanza più interna della casa o in corridoio, il più lontano possibile da porte e finestrE.
  • Abbandona i piani seminterrati e i piani terra e portati ai piani alti.
  • Se possibile evita di ripararti all’ultimo piano. Le forti raffiche di vento potrebbero danneggiare i tetti degli edifici più vulnerabili.
  • Se possibile poni ulteriori protezioni davanti a finestre e vetrate.
  • Fai entrare in casa gli animali domestici.
  • Chiudi il gas e disattiva il quadro elettrico se gli impianti sono ai piani bassi.
  • Se vivi in una casa mobile (roulotte, prefabbricato, campeggio) cerca riparo in un edificio sicuro.
  • Tieni a portata di mano: documenti, farmaci indispensabili, batterie, torcia elettrica, radio a pile, cellulare, acqua in bottiglia.
  • Limita l’uso del cellulare. Tenere libere le linee facilita i soccorsi.
  • Anche se il fenomeno ti sembra in attenuazione non uscire di casa ma attendi le indicazioni delle autorità.

Università di Catania