News Sicilia

Matteo Messina Denaro diserta processo stragi: udienza rinviata

Matteo Messina Denaro ha disertato il processo stragi, forse per motivi di salute: rinviata l'udienza predisposta in videoconferenza.

Matteo Messina Denaro non si è presentato alla videoconferenza al carcere di L’Aquila in collegamento con l’aula bunker del carcere Malaspina di Caltanissetta dove si sta svolgendo il processo in cui è imputato come mandante delle stragi di Capaci e via D’Amelio. Ad annunciarlo la presidente della corte d’Assise d’appello Maria Carmela Giannazzo.

 Matteo Messina Denaro al 41 bis: Ministro Nordio firma il decreto

Sembrerebbe che il motivo della sua rinuncia sia legato a motivi di salute, come spiegato dal procuratore generale di Caltanissetta, Antonio Patti al termine dell’udienza, breve, proseguita senza imputato con l’inquadratura sulla sedia vuota dove sarebbe dovuto essere Messina Denaro: “Il rinvio dell’udienza di oggi era prevedibile fino a un certo punto perché l’imputato avrebbe potuto anche presenziare, ma presumo che la situazione legata al suo stato di salute e alle cure che si stanno prestando all’imputato lo abbiano determinato a questa scelta”.

Patti ha, poi, proseguito dichiarando di aspettarsi una collaborazione da parte di Matteo Messina Denaro: “Matteo Messina denaro è depositario di conoscenze che ancora i collaboratori palermitani, per quanto autorevoli e o credibili, non hanno versato alla giustizia perché il loro rapporto con Riina era meno intenso. Quindi ci aspettiamo che Messina Denaro possa dare un contributo”.

Università di Catania