Lavoro, stage ed opportunità

Agenzia delle Entrate, quasi 5.000 nuovi posti di lavoro in arrivo: i dettagli

Agenzia delle Entrate
Agenzie delle Entrate: nuovi concorsi, dunque assunzioni in arrivo. Ecco cosa si sa, al momento, sulle nuove opportunità di lavoro previste dal noto ente.

Agenzia delle Entrate: per i diplomati o laureati alla ricerca di un impiego pubblico o desiderosi di cambiare lavoro sono previste, entro il prossimo anno, quasi 5000 assunzioni a tempo indeterminato.

Agenzia delle Entrate: i bandi già usciti

L’Agenzia delle Entrate ha, recentemente, indetto due bandi di selezione volti alla recluta di tutti quei diplomati e laureati che ambiscono ad un posto di lavoro pubblico. In particolare, si ricercano:

  • 900 assistenti tecnici, in possesso di diploma di maturità, acquisito presso un Istituto tecnico per geometri statale;
  • 100 funzionari tecnici, in possesso di laurea magistrale.

Per candidarsi occorre inoltrare tramite apposita piattaforma online la domanda entro e non oltre domani, venerdì 23 settembre 2022.

Altre figure ricercate

Ma il Piano Integrato di Attività e Organizzazione, che regola anche le assunzioni dell’Agenzia delle Entrate, prevede ulteriori concorsi da attuare tra quest’anno e il 2023.  Con tali procedure si punta, in particolare, ad assumere:

  • 4144 funzionari tributari, di cui 570 da destinare alle attività relative alla gestione dei registri immobiliari;
  • 130 funzionari tecnici;
  • 600 assistenti tecnici;
  • 50 unità da riservare alle attività antifrode di selezione, analisi e controllo dei fenomeni illeciti.

I concorsi relativi in arrivo prevedranno l’espletamento di una prova preselettiva.


 Concorsi Sicilia, Asp e Università assumono: i bandi


Agenzie delle Entrate: concorso per Funzionario tributario

Per la posizione di Funzionario tributario, per cui è previsto il maggior numero di assunzioni, sarebbe necessario possedere una delle seguenti lauree:

  • laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici (L-14);
  • laurea in Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione (L-16);
  • laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36);
  • laurea in Scienze economiche (L-33);
  • laurea in Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18).

Risulterebbero valide anche le corrispondenti lauree magistrali o specialistiche, nonché i vecchi diplomi di laurea quadriennale.

E in merito alle materie oggetto di concorso? Si menzionano:

  • diritto tributario;
  • diritto civile e commerciale;
  • diritto amministrativo;
  • contabilità aziendale;
  • organizzazione e gestione aziendale;
  • scienza delle finanze;
  • elementi di statistica.

Ad ogni modo sarà necessario attendere la pubblicazione dei singoli bandi per conoscere tutti i dettagli sulle specifiche procedure.