Video virali

“Povero Gabbiano”: come nasce il tormentone e perché è diventato virale

gabbiano
"Povero Gabbiano": è questo il tormentone di queste settimane sui social, soprattutto su TikTok e tra la generazione Z. Ma da dov'è nato e che vuol dire?

“Povero gabbiano”: da settimane è ormai un grande tormentone sui social, soprattutto su Instagram, Facebook e TikTok, dove i più giovani condividono centinaia storie e reels in cui compare la frase: “Povero Gabbiano, hai perduto la compagna”. Ma di che si tratta? E come è diventato virale?

Ecco qual è la storia del tormentone e del meme del momento.

“Povero Gabbiano”: com’è nato il tormentone sui social

“Povero Gabbiano” è, in realtà, una canzone di Gianni Celeste (cantante neomelodico catanese), intitolata Tu Comm’a mme e uscita nell’ormai lontano 1988. Dopo oltre trent’anni, il brano è diventato una hit e un vero e proprio tormentone sui social. Sono tantissime, in questi giorni, le ricondivisioni sui social, soprattutto da parte della Generazione Z, i più giovani utenti di queste piattaforme. Ma da dove è partito tutto?

Tutto nasce da un video di Duracell e il Signor Franco, rispettivamente Pietro Modica e Franco Gioia, due palermitani seguitissimi sui social, che in un breve video su TikTok hanno citato la canzone di Gianni Celeste. Da quel momento in poi, il motivetto “Povero Gabbiano, hai perduto la compagna”, ritornello della canzone di Gianni Celeste, è diventato virale e popolarissimo sulla maggior parte dei social, soprattutto su Instagram e su TikTok.

Dopo più di trent’anni, il brano si ritrova così ora tra le 50 canzoni più ascoltate in Italia. L’immagine del gabbiano è, inoltre, diventata una base per diversi meme, adattati per le situazioni più disparate: dalla crisi tra Totti e Ilary Blasi al conflitto russo-ucraino.

Anche il cantante Gianni Morandi, da sempre attivo sui social e amatissimo dai suoi followers, ha scelto di partecipare a quella che è diventata una vera e propria “challenge” di TikTok. Quest’ultima prevede, infatti, che gli utenti si esibiscano in una personale interpretazione del brano neomelodico, intonandone il ritornello in situazioni divertenti.


Povero Gabbiano”: il testo della canzone virale su TikTok