Attualità

Covid, verso allentamento delle misure di sicurezza: le date da segnare

Il 31 marzo 2022 scadrà lo stato di emergenza per Covid-19, il quale (è volontà del Governo Draghi) non verrà più rinnovato. Da ciò è possibile stilare una serie di tappe che porteranno al progressivo allentamento delle misure.

Secondo le ultime dichiarazioni del Premier Mario Draghi, è volontà del Governo non prorogare ulteriormente lo stato di emergenza in vigore a causa del Covid-19, che dunque andrà ufficialmente a terminare il 31 marzo. Stando dunque, alle prospettive del Governo Draghi, è possibile stilare alcune “tappe” nell’allentamento delle misure di restrizioni, che vanno dal prossimo 1° marzo al 15 giugno.

Verso lo stop stato di emergenza: le date da segnare

1° marzo

Dal prossimo mese ci sarà lo stop della quarantena obbligatoria per i viaggiatori che arrivano in Italia dai Paesi extra Unione Europea. Per poter viaggiare basterà dunque il green pass “base”, ovvero il certificato di vaccinazione, di guarigione, o un test negativo. Stadi e palazzetti dello sport potranno aumentare la loro capienza massima, rispettivamente al 75% e al 60%.

10 marzo

Dal 10 marzo invece sarà possibile tornare a consumare spuntini e bevande al cinema, allo stadio, al teatro, durante i concerti, nei locali di intrattenimento e musica dal vivo, in altri locali assimilati e in quei luoghi in cui svolgono eventi e competizioni sportive. Importante è poi la possibilità di far tornare a far visita ai propri familiari degenti in ospedale, per un tempo di 45 minuti al giorno.

31 marzo

Alla fine del prossimo mese, come annunziato dal Presidente Mario Draghi, si interromperà lo stato d’emergenza più volte rinnovato in questi anni di pandemia.

1° aprile

Da questo giorno le scuole resteranno sempre aperte e per tutti, quindi, non sarà più in vigore la quarantena da contatto. In classe non sarà necessario indossare le mascherine Ffp2. Sarà inoltre possibile non indossare più la mascherina all’aperto e cesserà il sistema dei colori delle regioni.

15 giugno

A metà giugno scadrà l’obbligo del Green pass rafforzato sui loghi di lavoro per tutti gli over-50, come confermato dal sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Oltre ciò, scadrà anche l’obbligo di vaccinazione per gli stessi ultracinquantenni.