Catania

Covid, troppi casi in un Comune del Catanese: sindaco chiude le scuole

scuole chiuse
Foto d'archivio.
In un Comune del Catanese troppi docenti e studenti sono positivi al Coronavirus: il sindaco, dunque, ha disposto la chiusura temporanea delle scuole.

A Paternò, Comune in provincia di Catania, attualmente si registra un numero elevato di casi di Coronavirus tra studenti, docenti e personale scolastico. Per tale ragione, nelle scorse ore è stata emanata un’ordinanza con cui si dispone la sospensione delle attività didattiche nelle scuole pubbliche di ogni ordine e grado, fino al prossimo 5 febbraio.

È quanto confermato dal primo cittadino di Paternò, Nino Naso, che ha motivato tale decisione. Il sindaco ha riferito che, su ben 800 contagi registrati all’interno del Comune, quasi la metà riguarderebbero il contesto scolastico.

La chiusura degli istituti, dunque, servirebbe a rallentare la diffusione del Covid (anche alla luce dei report dei contagi provenienti da tutte le scuole del territorio).

“Siamo in trincea a lavorare per salvaguardare la salute pubblica, in particolare quella della popolazione scolastico – annuncia il sindaco Nino Naso, attraverso un video pubblicato sulla propria pagina Facebook – . Siamo preoccupati per i dati in aumento.

Ho ascoltato la preoccupazione dei genitori, dei dirigenti scolastica e ho preso una decisione a tutela della città – conclude il primo cittadino – . La sospensione delle attività per tre giorni vuole bloccare la diffusione del virus che non nasce nelle scuole ma vi entra e si diffonde“.