Attualità

Covid, dall’obbligo di mascherina all’aperto all’estensione del Green pass: oggi il Cdm

Proprio oggi 2 Febbraio 2022, saranno molteplici le decisioni riguardo alle misure di contenimento da covid-19, durante il consiglio dei ministri invocato nel pomeriggio. Alcune decisioni infatti riguarderanno l'obbligo di mascherina all'aperto. la validità del green pass e la quarantena nelle scuole per i diversi gradi.

Nella giornata di oggi il Consiglio dei Ministri attuerà diverse decisioni in merito alle disposizioni generali per le misure di mantenimento da covid-19. Sono diversi gli argomenti che si andranno ad attenzionare, dalla proroga dell’obbligo di mascherina all’aperto per altri 10 giorni, all’estensione della validità della certificazione verde per chi ha 3 dosi, sino ad arrivare anche a decisioni sostanziali che riguardano le norme di quarantena per studenti e docenti.

Sotto decisione già accertata l’apertura delle discoteche slitta al 10 Febbrario 2022, insieme all’obbligo d’utilizzo delle mascherine nei luoghi all’aperto. Tra le questioni ancora in via decisionale c’è anche quella della durata del Green Pass per chi ha ricevuto la terza dose di vaccino. L’ipotesi è che la certificazione, abbia durata illimitata finchè non ci siano da parte dell’Ema e dell’Aifa notizie riguardo la somministrazione della quarta dose di vaccino.

Dall’1 Febbracio 2022, la certificazione verde , meglio conosciuta come Green Pass, ha una validità di 6 mesi, anzichè 9, senza alcuna norma specificante per i vaccinati con tre dosi, chi ha fatto il booster rischia dunque di trovarsi senza Super Green Pass e senza possibilità di rinnovo.

Sono da rivedere invece alcune regole legate all’ambito scolastico. Saranno numerose infatti le novità , soprattutto riguardo la quarantena e le diverse tempistiche per i soggetti vaccinati con più dosi. Tra le varie ipotesi c’è quella di estendere anche per elementari, le regole già in vigore per le scuole medie e superiori. Infatti per quanto riguarda la quarantena la modalità sarà la seguente, la classe adotta la didattica a distanza a partire da tre contagi, mentre con due positivi rimarrà a casa solo chi non è vaccinato e chi è vaccinato o guarito da più di 120 giorni.

Inoltre tra gli argomenti che saranno trattati durante questo consiglio ci sarà anche quello riguardante il Pnrr, e dei suoi obbiettivi per il primo semestre dell’anno. Ad annunciarlo è stato proprio il presidente del consiglio, Mario Draghi che a tal proposito dice: “L’erogazione della seconda rata, in scadenza al 30 giugno 2022, presuppone il conseguimento di 45 traguardi e obiettivi per un contributo finanziario e di prestiti pari a 24,1 miliardi di euro“. Sottolineando la sua richiesta a tutti i ministri riguardo  lo stato di attuazione degli investimenti e delle riforme di competenza, segnalando la possibile necessità di interventi normativi e correttivi connessi alla realizzazione degli obiettivi e dei traguardi  previsti dal Recovery Plan nel 2022.