Attualità

Bonus prima casa under 36: nuovo chiarimento per ottenerlo

bonus prima casa
Bonus prima casa: per gli under 36 interessati ad ottenerlo arriva un utile chiarimento in più. A fornirlo è stata l'Agenzia delle Entrate. Ecco cosa sapere.

Bonus prima casa: per gli under 36 è arrivato un ulteriore chiarimento per poter compare la prima casa, fornito dall’Agenzia delle Entrate. Ora si sa che l’acquisto della casa può essere fatto anche solo sulla nuda proprietà. Ecco i dettagli.

Bonus prima casa: i requisiti

Per poter acquistare la prima casa, per l’Agenzia delle Entrate, è possibile sfruttare il bonus under36, ma è necessario avere dei determinati requisiti.

Come indicato nel comma 6 dell’articolo 64 del decreto legge n. 73/2021 del Decreto Sostegni-bis, bisogna soffermarsi sulla natura catastale degli immobili. Si possono acquistare alcuni tipi di abitazioni a eccezione di quelle accatastate in categoria A1, A8 e A9.


Bonus Bollette: a chi spetta e come richiederlo


Le tre categorie catastali

Le tre categorie catastali sopra citate sono tre  fasce distinte.

  • La fascia A1 comprende abitazioni di tipo signorile, cioè le unità immobiliari appartenenti a fabbricati ubicati in zone di pregio, con caratteristiche costruttive, tecnologiche e di rifiniture di livello superiore a quello dei fabbricati di tipo residenziale.
  • Di categoria A8 sono abitazioni in ville, ovvero gli immobili caratterizzati dalla presenza di parco o giardino, edificate in zone urbanistiche destinate a tali costruzioni o in zone di pregio con caratteristiche costruttive e di rifiniture, di livello superiore all’ordinario.
  • Con “A9”, invece, si fa riferimento a castelli e palazzi eminenti, cioè strutture che per la ripartizione degli spazi interni e dei volumi edificati non sono comparabili alle unità tipo delle altre categorie.

La nuda proprietà: di cosa si tratta?

La nuda proprietà è il valore dell’immobile decurtato dell’usufrutto. In questo caso, la casa rimane occupata dal suo precedente proprietario anche dopo la vendita.

Questa modalità concede a chi vende l’immobile di viverci per tutta la vita, incassando subito quanto pagato dall’acquirente. La persona che comprerà la casa avrà un prezzo più basso rispetto al suo valore, ma non avrà la possibilità di viverci fino alla scomparsa dell’usufruttuario.

Gli atti agevolabili

Le tipologie di atti agevolabili sono quelli di trasferimento a titolo oneroso della proprietà o comproprietà; atti che comportano il trasferimento o la costituzione di diritti reali di godimento tra cui nuda proprietà, usufrutto, uso, abitazione.