Attualità

Sicilia, Covid in aumento tra i giovani: incidenza alta tra i 6 e i 13 anni

In Sicilia casi in aumento sopratutto tra i giovanissimi, mentre si mantengono stabili i ricoveri e la mortalità. Da lunedì terza dose anche per gli over 40.

Aumentano i casi di coronavirus tra i giovani in Sicilia. Questo è uno dei risultati più rilevanti che emergono dall’ultimo bollettino del Dipartimento Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico della Regione.

Quindi, nonostante il tasso di ricovero ospedaliero si mantenga stabile all’interno della Regione, sono i più giovani i maggiormente contagiati. L’incidenza specifica più alta considerata per età, si registra, infatti, nella fascia di età scolare: 6/10 anni con 281 casi e 11/13 anni con 157.

I nuovi casi

Nel corso della scorsa settimana, tra l’8 e il 14 novembre, l’incidenza dei nuovi casi di Covid conferma la tendenza all’incremento già evidenziata nell’ultimo periodo con 439 nuovi positivi in più rispetto alla settimana precedente, raggiungendo il valore di 71,08 su 100.000 abitanti.

Nello specifico, le province con il maggiore incremento di casi sono state Messina (106,7 nuovi casi su 100.000 abitanti), Catania (105) e Siracusa (87,2).

Stabili i ricoveri

Nonostante il rialzo dei nuovi casi si mantiene limitato l’incremento di nuove ospedalizzazioni (177) con prevalenza di occupazione dei posti letto ancora contenuta. L’ospedalizzazione interessa prevalentemente (87%) soggetti non vaccinati o con ciclo di vaccinazione incompleto. Resta stabile anche la mortalità.

Vaccinazioni in Sicilia: terza dose agli over 40

Nella settimana di riferimento 10-17 novembre, i vaccinati con almeno una dose si attestano all’81,65% del target regionale, gli immunizzati al 79,03%, mentre le persone che hanno ricevuto una dose addizionale o booster, sono 159.940.

Il 18,35% del target rimane ancora da vaccinare. Negli ultimi sette giorni si registra, inoltre, una lieve flessione delle prime dosi somministrate (- 4,61%).

Da lunedì 22 novembre, però, inizierà la somministrazione della terza dose al target 40-59 anni. Per riceverla dovranno essere trascorsi almeno sei mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione