Attualità

Sicilia zona gialla, cosa si può fare e cosa no: le FAQ del Governo

Sicilia zona gialla
Sicilia zona gialla: gli abitanti dell'Isola dovranno ricominciare a rispettare alcune regole. Eventuali dubbi vengono chiariti con le FAQ del Governo.

Sicilia zona gialla: da ieri,  30 agosto 2021, il passaggio è una realtà. L’Isola è la prima Regione italiana a dover fare nuovamente i conti con le restrizioni ma gli abitanti potrebbero avere ancora alcuni dubbi sui comportamenti da adottare. Il Governo intende chiarire i punti meno chiari: per questa ragione ha aggiornato le FAQ relative alle disposizioni vigenti in zona gialla. Di seguito tutto quel che c’è da sapere.

Quando e dove è necessario indossare la mascherina?

La mascherina è obbligatoria in tutti i luoghi al chiuso diversi dalla propria abitazione, compresi i mezzi di trasporto pubblico (aerei, treni, autobus) e in tutti i luoghi all’aperto. Ciò che emerge è la forte raccomandazione ad usare le mascherine anche all’interno delle abitazioni private, in presenza di persone non conviventi.

Va ricordato, comunque, che l’obbligo non è previsto per:

-bambini sotto i 6 anni di età

-soggetti che per patologia o invalidità non possono indossare tale dispositivo di protezione;

-operatori del settore che per assistere una persona ”esente” da tale obbligo, non possono indossare a loro volta la mascherina (chi deve interloquire con una persona non udente, per esempio).

Al tempo stesso si precisa che non è obbligatorio indossare la mascherina, sia all’aperto che al chiuso in queste precise circostanze:

-quando si pratica attività sportiva;

-mentre si consumano dei pasti nei luoghi consentiti e nelle ore consentite;

-nel caso in cui si possa garantire,  in base al luogo in cui ci si trova, la distanza di sicurezza da persone non conventi.

Rimane invariato l’obbligo sul posto di lavoro e nei luoghi pubblici.

Quali regole sono presenti in zona gialla per gli spostamenti?

Non vige alcun limite di orario né è necessario motivare lo spostamento verso qualsiasi zona gialla o bianca. Inoltre non sono previsti:

  • limiti di orario per i soggetti muniti di Green pass;
  • limiti di orario per spostamenti in zona arancione e zona rossa per comprovati motivi lavorativi o di salute.

Rimane sempre consentito il rientro nelle proprio abitazioni.

Quali attività di ristorazione sono aperte ?

Sono aperti i bar, i ristoranti e tutte le altre attività che effettuano somministrazione di bevande e cibi. Il consumo al tavolo, per un massimo di 4 persone (almeno che non siano conviventi effettivi), al chiuso è consentito solo ai soggetti che sono provvisti di Green pass (o che ne siano esenti). Per quanto riguarda invece la consumazione al bancone, questa è consentita a tutti i clienti.

È obbligatoria la certificazione verde ”Green pass” per i bambini sotto i 12 anni?

No, non c’è alcun obbligo per i bambini sotto i 12 anni: questi sono esentati. La certificazione non è richiesta nemmeno per accedere alle attività ricreative a loro dedicate.

La vendita di cibi e bevande da asporto: è consentita?

Sì, in Sicilia zona gialla è consentita la vendita di cibi e bevande da asporto. Lo è sempre, ma nel rispetto delle norme vigenti sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. Si precisa, inoltre, che la permanenza all’interno dei locali è consentita anche ai clienti sprovvisti di Green pass  ma solo per il tempo necessario all’acquisto e al ritiro dei prodotti.

Sagre e fiere all’aperto: è necessario il green pass?

Sì, in Sicilia zona gialla è necessario per l’accesso a fiere e sagre all’aperto il Green pass. Tutte le persone munite potranno parteciparvi. Infatti durante l’organizzazione è necessario apporre le corrette segnaletiche lì dove si svolgeranno, per informare i clienti che ne vorranno usufruire.

Sicilia zona gialla, dalla mascherina ai ristoranti: le regole valide da oggi

 

Speciale Test Ammissione