Scuola

Scuola, rientro tra le proteste: previsto sciopero del personale

Sciopero della scuola
La scuola italiana riparte in modo tumultuoso: è stato proclamato uno sciopero generale, per protestare contro dubbi e problematiche legate al rientro.

Il rientro a scuola è alle porte: il personale scolastico riprenderà servizio a partire da domani, 1 settembre. Per gli allievi di ogni ordine e grado, invece, dovrà passare ancora qualche giorno. Alcuni docenti ed il personale ATA, tuttavia, si mostrano contrari alle decisioni prese in merito alla sicurezza scolastica e, soprattutto, al tanto discusso obbligo del Green Pass.

Per tale ragione, il sindacato della scuola ANIEF ha proposto e recentemente confermato uno sciopero generale del personale per il primo giorno di scuola (diverso per ogni Regione).

Secondo il presidente ANIEF (Associazione Nazionale Insegnanti e Formatori), Marcello Pacifico, sono ancora molte le lacune da colmare sul fronte scuola: ai microfoni di Teleborsa, ha spiegato che “la scuola sta per ripartire non in sicurezza”.

“Chiediamo di sdoppiare le classi – ha dichiarato – perché non è possibile mantenere il distanziamento sociale necessario per le norme anti Covid”.

Come affermato da Pacifico, lo sciopero “vuole abolire l’obbligo del Green pass”, ma soprattutto “dare un segnale: la scuola c’è, è viva e vuole essere partecipe della crescita del Paese. Inoltre è pronta ad astenersi dal lavoro per ottenere quelle riforme che servono per cambiare e migliorare il nostro Paese”.