Lavoro, stage ed opportunità

Concorsi pubblici, la Camera dei Deputati cerca personale: stipendi da 40mila euro

concorsi pubblici tecnico della camera dei deputati
Concorsi pubblici come Tecnico della Camera dei deputati e come Tecnico della Camera dei deputati con specializzazione informatica. Di seguito tutte le info per partecipare ai concorsi.

Pubblicati in Gazzetta Ufficiali diversi Concorsi pubblici ad esami, tra cui concorso per Tecnico della Camera dei Deputati Tecnico della Camera dei deputati con specializzazione informatica con stipendi annui a partire da 40mila euro. Il numero posti disponibili messi a disposizione corrisponde a 10 come Tecnico della Camera dei deputati e 20 come Tecnico della Camera dei deputati con specializzazione informatica con scadenza il 29 luglio 2021. Per eventuali approfondimenti sui concorsi pubblici in questione, consultare la Gazzetta ufficiale.

Tecnico della Camera dei Deputati

I requisiti per partecipare

  • Cittadinanza italiana;
  • età non superiore a 40 anni;
  • uno dei titoli di istruzione o eventuali titoli equiparati a: Laurea triennale L-7 (Ingegneria civile e ambientale), L-9
    (Ingegneria industriale), L-17 (Scienze dell’architettura), L-23 (Scienze e tecniche dell’edilizia).

L’ammissione alle prove scritte avverrà solamente dopo la prova selettiva.

Le prove scritte

L’ammissione alle prove scritte avverrà solamente dopo la prova selettiva. Inoltre, saranno ammessi alle prove scritte i candidati che, in base al punteggio riportato nella prova selettiva, si siano collocati entro il 200° posto.

Le materie in esame per la prova scritta saranno le seguenti.

  • Tecnologia dei materiali per l’edilizia e l’ingegneria civile e industriale;
  • Tecniche di rappresentazione grafica degli elaborati progettuali;
  • Diagnosi, progettazione e certificazione energetica degli edifici
  • Impianti elettrici;
  • Impianti termotecnici;
  • Tecniche di manutenzione e di recupero degli edifici.

Prova orale

Alle materie scritte si aggiungeranno:

  • metodi e strumenti elettronici specifici di modellazione per l’edilizia e le infrastrutture per la progettazione e il facility
    management (BIM – Building Information Modeling);
  • strumenti elettronici per la redazione della documentazione tecnica relativa alle procedure di selezione dei contraenti;
  • normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, anche con riferimento alla sicurezza dei
    cantieri e alla prevenzione incendi;
  • normativa edilizia e urbanistica;
  • elementi di diritto costituzionale;
  • lingua inglese (lettura e traduzione di un breve testo di contenuto tecnico scritto in lingua, che costituisce la base per il
    colloquio).

Domanda di partecipazione e prove d’esame

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata telematicamente, entro le ore 18.00 del 29 luglio. Eventuali domande prodotte o inviate con modalità diverse da quelle previste non saranno prese in considerazione. Il candidato è tenuto a versare un contributo di 10.00 euro attraverso il sistema PagoPA. Inoltre, gli esami consistono in una prova selettiva, in due prove scritte e in una prova orale.

Tecnico della Camera dei Deputati con specializzazione informatica

I requisiti per partecipare

  • cittadinanza italiana
  • età non superiore a 40 anni.
  • uno dei titoli di istruzione o eventuali titoli equiparati a: Laurea triennale L-8 (Ingegneria dell’informazione), L-30
    (Scienze e tecnologie fisiche), L-31 (Scienze e tecnologie informatiche), L-35 (Scienze matematiche), L-41 (Statistica)

La prova selettiva consisterà in 60 quesiti, a risposta multipla e a correzione informatizzata, concernenti le materie:

  • architettura dei sistemi elaborativi e dei centri di elaborazione dati, virtualizzazione;
  • reti di comunicazione, protocolli e sistemi per le telecomunicazioni, internetworking, multimedia;
  • ingegneria del software, linguaggi di programmazione, strumenti e metodi agili e DevOps;
  • sistemi di gestione dei dati; intelligenza artificiale e machine learning;
  • sicurezza informatica delle reti, delle infrastrutture e dei sistemi;
  • metodologie di gestione, conduzione e sviluppo di progetti software, infrastrutturali e di gestione dei servizi informatici.

Le stesse materie saranno oggetto delle prove scritte e orali, a quest’ultime si aggiungeranno anche:

  • elementi di diritto costituzionale e di diritto parlamentare;
  • informatica giuridica e disciplina dell’Amministrazione digitale;
  • lingua inglese (lettura e traduzione di un breve testo di contenuto tecnico scritto in lingua, che costituisce la base per il
    colloquio).