Attualità

Sicilia al secondo posto per contagi, tre nuove zone rosse: gli ultimi aggiornamenti

operatore sanitario effettua tampone
La Sicilia è attualmente la seconda Regione d'Italia per numero di contagi. Migliora, invece, la situazione all'interno delle strutture ospedaliere.

Dati in lieve peggioramento in Sicilia. Da quanto emerge dal bollettino del 9 giugno, infatti, sono 320 i nuovi positivi al Covid19 registrati in Sicilia, su su 14.908 tamponi processati, con una incidenza appena superiore al 21,1%.

Con questi dati, l’Isola si posiziona al secondo posto in Italia per numero di contagi giornalieri dietro alla Lombardia. Con questi dati il passaggio della Regione in zona bianca resta ancora un’incognita.

Gli ultimi dati

Le vittime sono state 2 e fanno salire il totale a 5.890. Il numero degli attuali positivi è di 7.322 con una diminuzione di 384 casi dopo il lieve aumento limitato alla giornata precedente. I guariti sono 702.

Continua a migliorare, invece, la situazione negli ospedali. I ricoverati, infatti, sono 404, 6 in meno rispetto al giorno precedente, quelli nelle terapie intensive sono 39, tre in meno rispetto al bollettino precedente.

La distribuzione per province

La distribuzione dei casi per province vede numeri ancora alti per la provincia di Catania che, con 66 nuovi casi, è la seconda provincia più colpita dopo Palermo (68 casi).

Boom di nuovi casi a Enna (58), seguita da Ragusa (34), Siracusa (28), Messina (21), Agrigento (21), Trapani (16) e Caltanissetta (8).

Nuove zone rosse

Nel frattempo, scattano ancora nuove “zone rosse” in Sicilia. Si tratta dei comuni di Aidone (Enna), Francofonte (Siracusa) e Valledolmo (Palermo).

Prorogata, invece, fino al 17 giugno, la zona rossa nel comune di Prizzi in provincia di Palermo.

Rimani aggiornato