Attualità

Vaccini, a breve si apre a tutte le fasce d’età: c’è la data

sicilia vaccini studenti maturità
Vaccini aperti a tutte le fasce d'età entro i prossimi giorni. A breve arriverà la circolare della struttura per l'emergenza Covid gestita da Figliuolo.

Da giovedì 3 giugno in tutta Italia via libera al vaccino per tutte le fasce di popolazione a partire dai 16 anni. Lo annuncerà a breve una circolare del commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo, non ancora diffusa.

Vaccini senza limiti di età

Dal 3 giugno – ha dichiarato Figliuolo – si darà la possibilità alle Regioni e alle province autonome, a breve partirà una lettera, di aprire su tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali”.

Ci saranno circa 20 milioni di dosi a disposizione, che verranno suddivise equamente tra le regioni. Da evitare, infatti, la “rincorsa tra Regioni per avere più vaccini”.

 Vaccino Covid: da giugno prenotazioni aperte a tutti 

Vaccini 12-15 anni

Non parte, al momento, la vaccinazione per gli adolescenti. Ma secondo il generale Figliuolo è solo questione di tempo: “È molto probabile che dagli inizi della settimana prossima anche l’Aifa darà il via libera al vaccino per il target dai 12 anni ai 15 anni. Parliamo di circa due milioni e 300mila ragazzi. Nel piano li avevo già previsti a marzo e quindi siamo in grado di procedere anche su questa classe”.

Il ministero della Salute avrebbe già siglato una convenzione con pediatri e medici di famiglia, che potrebbero occuparsi della vaccinazione dei più giovani. Con il via libera di Aifa si potrà già procedere anche per i 12-15enni.

Vaccini Over 60

Infine, il generale Figliuolo ha parlato del proseguimento della campagna di vaccinazione per le categorie più fragili. I ricoveri stanno lentamente calando, ma la campagna non è ancora terminata.

Ad oggi noi abbiamo somministrato quasi 33 milioni di dosi, di cui 21 milioni e 800mila prima dose e il restante, circa 11 milioni e 200mila, persone vaccinate – aggiunge Figliuolo –. Sugli over 80 abbiamo superato il 90%. Con procedure di chiamata attiva dobbiamo andare a intercettare la restante parte di popolazione che ci manca”.